Contenuto principale

Messaggio di avviso

Visualizza articoli per tag: aria

ART. 272 C. 1 DEL DLGS 152/06

Premessa

Il D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152 e s.m.i. dispone, all’art. 272 comma 1, che l’autorità competente possa prevedere, con proprio provvedimento generale, che i gestori delle attività “ad emissioni scarsamente rilevanti” comunichino all’autorità competente di ricadere in tale casistica, nonché la data di messa in esercizio degli impianti o di avvio dell’attività. La Regione Lombardia, nel ruolo conferitogli dalla L.R. 24/06 di stabilire direttive per l’esercizio uniforme e coordinato delle funzioni trasferite alle province lombarde, ritiene di esprimere un indirizzo univoco sui criteri e sulle modalità di applicazione dell’articolo sopramenzionato, per facilitare l’applicazione del medesimo ai soggetti coinvolti, ed ottenere un comportamento uniforme sul territorio regionale.

NORMATIVA

  • D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152: “norme in materia ambientale” - Parte quinta “Norme in materia di tutela dell'aria e di riduzione delle emissioni in atmosfera”, articolo 272 “impianti ed attività in deroga”, commi 1 e 5.
  • L.R. 11 dicembre 2006, n. 24: “norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente”, articolo 8: “..la Giunta Regionale stabilisce le direttive per l’esercizio uniforme e coordinato delle funzioni conferite, ivi comprese quelle di controllo, nonché per la definizione delle spese istruttorie”.
  • D.G.R. 29 ottobre 2001, n. 7/6631: “criteri per l’attuazione della delega ai comuni delle funzioni amministrative in materia di attività ad inquinamento poco significativo, di cui all’art.3, comma 69, della legge regionale 5 gennaio 2000, n. 1”.

Modalità e procedure applicative per gli impianti e/o attività con emissioni scarsamente rilevanti agli effetti dell’inquinamento atmosferico

Come stabilito dalla d.g.r. n. 7/6631 del 29.10.2001, i gestori di attività ad inquinamento poco significativo, ora definite nel comma 1 dell’art. 272 del D.Lgs. 152/06 ad “emissioni scarsamente rilevanti”, prima dell’avvio dell’attività o dell’impianto devono comunicare, al Comune competente per territorio, di ricadere nella casistica di cui all’art. 272 c. 1 del D.Lgs. 152/06.

Qualora non venga effettuata la comunicazione sopra menzionata, esperita anche con modalità quali la comunicazione di inizio attività produttiva, il gestore dell’impianto è punito, secondo quanto previsto dall’art. 279 c.3 del D.Lgs. 152/06, con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda fino a 1.032 euro.

Effettuata la comunicazione, il gestore può esercitare la propria attività senza ulteriori adempimenti relativi alle emissioni in atmosfera generate dall’attività; il sindaco può comunque, in qualità di autorità sanitaria sul territorio comunale, imporre prescrizioni e limitazioni in tema di emissioni in atmosfera. L’esercente dovrà comunque, nello svolgimento delle proprie attività, porre particolare attenzione alle prescrizioni sanitarie in tema di salubrità dell’ambiente di lavoro (come previsto dalla normativa vigente) ed eventuali prescrizioni comunali definite dall’applicazione del regolamento locale d’igiene.

Modulistica
folder Ecologia

Documentazione
folder Ecologia

Ufficio di riferimento
Ecologia

 

Pubblicato in Ambiente
Etichettato sotto
Martedì, 15 Gennaio 2019 12:27

Qualità aria

Introduzione

Il tema del controllo e della gestione della qualità dell’aria riveste primaria importanza, anche a causa degli effetti sanitari che l’inquinamento dell’aria può procurare alla popolazione esposta. I livelli di concentrazione di alcune sostanze inquinanti rilevati dalla rete di monitoraggio superano a volte, con diverse modalità a seconda delle caratteristiche chimiche degli inquinanti stessi e dei contesti territoriali, i limiti indicati dalla normativa.

Si tratta di un problema complesso dipendente da diversi fattori, tra i quali uno dei principali è rappresentato dal traffico veicolare, ma su cui incidono con contributi importanti anche il riscaldamento civile e le emissioni industriali. Sui livelli misurati pesa anche l’influenza delle condizioni meteorologiche, in misura diversa a seconda della sostanza inquinante considerata e del periodo dell’anno.

Tale situazione per gli inquinanti più diffusi come il PM10 si presenta con modalità analoghe in tutto il bacino padano, e non dipende solo dalle emissioni locali, pertanto le soluzioni più efficaci sono quelle prese a livello regionale e sovraregionale.

Rete fissa di monitoraggio della qualità dell’aria

La rete fissa di monitoraggio della qualità dell’aria è costituita da centraline per il rilevamento delle concentrazioni di vari inquinanti la cui collocazione e dotazione strumentale è pensata per permettere, anche a livello provinciale e regionale, la continua conoscenza dello stato della qualità dell’aria.

Sono disponibili on line, sul sito internet di ARPA Lombardia, i dati relativi alle concentrazioni giornaliere di alcuni inquinanti (SO2 - PM10 - NO2 - CO - O3) nella stazione di rilevamento cittadina attiva, posizionata nei pressi del termovalorizzatore Neutalia.

Nuove centraline 

Questi i link https://map.airqino.it/ e app powerbi alle pagine in cui sono riportati i dati rilevati dalle 6 centraline installate dall'Amministrazione comunale in collaborazione con Neutalia. Si trovano nei quarteri centro, Sant’Anna, Sant’Edoardo, Borsano, Madonna Regina e Santi Apostoli.

Nello specifico, vengono riportati i dati di monossido di carbonio (CO), biossido di carbonio (CO2), biossido di azoto (NO2), ozono (O3), polveri sottili (PM10 e PM2.5), oltre a quelli relativi alla temperatura e all’umidità

A questo link

Qui è possibile trovare i documenti riassuntivi, validati dall'Istituto per la Bioeconomia del CNR di Firenze, con i dati raccolti mese per mese, a partire da giugno 2023..

pdf Bollettino mensile qualità aria Giugno 2023 (904 KB)

pdf Bollettino mensile qualità aria Luglio 2023 (950 KB)

pdf Bollettino mensile qualità aria Agosto 2023 (1.01 MB)

pdf Bollettino mensile qualità aria Settembre 2023 (975 KB) folder

pdf Bollettino mensile Busto Arsizio Ottobre 2023 (1.05 MB) folder

pdf Bollettino mensile Busto Arsizio Novembre 2023 (1.07 MB)

  pdf Bollettino mensile qualità aria Dicembre 2023 (1.48 MB)

  pdf Bollettino mensile qualità aria Gennaio 2024 (1.44 MB)

  pdf Bottettino mensile qualità aria Febbraio 2024 (1.30 MB)

 

 

Informazioni

Per eventuali richieste di informazioni i cittadini possono rivolgersi all’Ufficio Ambiente ed Ecologia (0331390272)

 

Link Utili

Modulistica
folder Ecologia

Documentazione
folder Ecologia

Ufficio di riferimento
Ecologia

 

 

Pubblicato in Ambiente
Etichettato sotto