Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:Aree Tematiche»Commercio e mercati»SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

 Dal 2014 la presentazione della S.C.I.A. avviene esclusivamente in modalità telematica

Alla luce della nuova normativa lo Sportello Unico delle Attività Produttive (S.U.A.P.) diventa "l'unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva, che fornisce una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le Pubbliche Amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento". Il nuovo modello organizzativo si basa essenzialmente su due strumenti fondamentali:

  1. l'utilizzo della segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da usarsi in parallelo con lo strumento della comunicazione unica;

  2. l'introduzione della telematica nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni e con i privati.

Pertanto, lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) del Comune di Busto Arsizio, opera esclusivamente in modalità telematica tramite il portale www.impresainungiorno.gov.it.
Di conseguenza non sono accettate le pratiche amministrative riguardanti un'attività economica soggetta alla disciplina della S.C.I.A. o a procedimento ordinario, qualora trasmesse al Protocollo o all'Ufficio S.U.A.P:

  • in formato cartaceo;
  • per posta;
  • per fax;
  • pec to pec.

Non sarà altresì considerata valida la SCIA/ISTANZA che perverrà scansionata al sito www.impresainungiorno.gov.it. Le istanze così prodotte sono per legge irricevibili e non producono alcun effetto giuridico. Per l'invio telematico è necessario dotarsi di firma digitale e posta elettronica certificata. L'imprenditore può trasmettere la pratica telematicamente anche per il tramite di un professionista o consulente o associazione, conferendo procura speciale.
Si fa presente l'obbligo di allegare alla pratica telematica la ricevuta scansionata del versamento dei diritti di istruttoria SUAP il cui importo è desumibile dal tariffario consultabile cliccando nell'area sottostante "documentazione".
Per ogni chiarimento ed informazione è attivo il numero verde 199.50.20.10 ed è consultabile il sito www. impresainungiorno.gov.it.
L'Ufficio SUAP riceve imprenditori e professionisti negli orari d'ufficio oppure su appuntamento, per fornire le necessarie informazioni riguardo la documentazione necessaria alla presentazione delle pratiche ed un eventuale loro esame prima della trasmissione telematica.
Applicazione della SCIA al settore attività produttive, industriali, artigianali e dei servizi alla persona.
L’istituto della SCIA si applica in presenza delle seguenti condizioni:

  • deve trattarsi di esercizio di attività imprenditoriale, commerciale e artigianale;
  • il rilascio dell’atto sostituito dalla segnalazione deve essere connesso esclusivamente all’accertamento di requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a contenuto generale;
  • l’attività non deve essere subordinata ad alcun limite o contingente numerico o a specifici strumenti di programmazione settoriale.

Procedimento SCIA
Per quanto riguarda il procedimento automatizzato tramite SCIA si precisa che la segnalazione deve essere presentata al SUAP corredata di tutte le dichiarazioni, le attestazioni, le asseverazioni nonché degli elaborati tecnici. Le successive fasi del procedimento – istruttorie e controlli di veridicità delle dichiarazioni rese, richieste di integrazione documentale – saranno gestite entro i termini previsti dall’art.19 della L.241/90 così come novellato della L.122/2010 ossia 60 giorni. Entro tale termine la Pubblica Amministrazione dovrà adottare motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi. Tali provvedimenti sanzionatori potranno essere evitati qualora l’interessato provveda a conformare l’attività segnalata, entro il termine fissato dalla Pubblica Amministrazione, alla normativa vigente in materia. Decorsi 60 giorni dalla presentazione della segnalazione, fermi restando i generali poteri di autotutela di cui agli articoli 21 quinquies e nonies della L.241/90 la Pubblica Amministrazione può intervenire sul procedimento consolidato solo in presenza del pericolo di danno per il patrimonio artistico e culturale, per l’ambiente, per la salute, per la sicurezza pubblica o la difesa nazionale e previo motivato accertamento dell’impossibilità di tutelare comunque tali interessi mediante conformazione dell’attività del privato alla normativa vigente. Resta fermo sempre e comunque (quindi anche oltre i 60 giorni) l’obbligo per la Pubblica Amministrazione di segnalazione alla competente autorità giudiziaria nelle ipotesi di false attestazioni e dichiarazioni con possibilità pertanto per la Pubblica Amministrazione stessa di adottare, nel caso di accertate irregolarità, i conseguenti provvedimenti inibitori.
Procedimento unico ordinario
E' relativo a tutte le attività non soggette alla disciplina della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), ovvero, le attività regolamentate di cui all'art.20 della legge 241/1990. Le istanze per l'esercizio delle attività sono presentate in via telematica al SUAP che, entro trenta giorni dal ricevimento, può richiedere all'interessato documentazione integrativa; decorso tale termine l'istanza si intende correttamente presentata. Verificata la completezza della documentazione, il SUAP adotta il provvedimento conclusivo entro trenta giorni (decorso il termine per il quale l'istanza si intende correttamente presentata), e questo costituisce titolo unico per lo svolgimento delle attività richieste.


Documentazione
folder SUAP_Documentazione

Ufficio di riferimento
Sportello Unico Attività Produttive - SUAP

Altro in questa categoria: Polizia Annonaria »