Contenuto principale

Messaggio di avviso

Visualizza articoli per tag: richiesta

Giovedì, 28 Febbraio 2019 10:07

Richiesta di cessione gratuita di area a strada

Ll’art. 47 della L.R. n.12/2005 prevede, quale condizione di efficacia del il titolo abilitativo alla edificazione, la sottoscrizione di impegnativa unilaterale, da trascriversi a cura e spese degli interessati, per la cessione al Comune delle aree necessarie alla realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria pertinenti all’intervento.


Modulistica
folder Richiesta di cessione gratuita di area a strada - SUE  


Ufficio di riferimento
Edilizia Privata - SUE

Etichettato sotto
Giovedì, 28 Febbraio 2019 10:02

Richiesta di cambio d'uso senza opere

Il mutamento di destinazione d’uso di immobili non comportante la realizzazione di opere edilizie, conforme alle previsioni urbanistiche comunali, è soggetto esclusivamente a preventiva comunicazione dell’interessato al Comune. Si precisa che, la conformità rispetto al P.G.T. si esplica nell’appartenenza della funzione cui si vuole adibire l’immobile all’elenco delle funzioni ammissibili nella zona omogenea di appartenenza.


Modulistica
folder Richiesta di cambio d'uso senza opere - SUE  


Ufficio di riferimento
Edilizia Privata - SUE

Etichettato sotto
Giovedì, 28 Febbraio 2019 09:35

Richiesta nuovo numero civico

Documenti da allegare alla richiesta:

  1. Planimetria generale che individui il fabbricato e gli accessi da contrassegnare
  2. Estratto Mappa con perimetrazione del lotto
  3. Estratto del PGT con perimetrazione del lotto
  4. Copia richiesta abitabilità/agibilità

Si precisa che l’apposizione della numerazione interna sarà a cura del richiedente e dovrà essere eseguita nel seguente modo:

  1. all’ingresso dell’unità operativa abitativa – numeri arabi progressivi posti in senso orario a partire dal piano terra
  2. sullo spazio pubblico (strada, piazza, ecc) – posa di targa indicante la numerazione interna


Modulistica
Richiesta nuovo numero civico - SUE


Ufficio di riferimento
Edilizia Privata - SUE

Etichettato sotto
Lunedì, 25 Febbraio 2019 13:10

Richiesta dei punti fissi

L’assegnazione di punti fissi è obbligatoria in caso di nuova edificazione e deve comunque essere effettuata prima del rilascio del titolo edilizio per la definizione degli allineamenti e delle quote per il costruendo edificio.

Costi:

 Punti fissi

€ 60,00

Presentazione

 


Modulistica
folder Richiesta punti fissi - SUE


Ufficio di riferimento
Edilizia Privata - SUE

Etichettato sotto

Per accedere ai servizi on line della CRS o della TS–CNS Lombardia, è necessario attivare il PIN (Personal Identification Number). 

Il PIN sarà la chiave personale per acceder in forma sicura, veloce e facile a un numero sempre maggiore di servizi, in grado di garantire la privacy, la sicurezza dei dati e la propria identificazione.

Si ricorda che con la password è possibile accedere a tutti i servizi del Portale Socio–Sanitario, come il servizo di cambio del medico, la consultazione del Fascicolo Sanitario Elettronico ecc.

In alternativa si può richiedere il PIN presso tutti gli uffici di scela e revoca dell'ATS, o presso le sedi di spazio Regione della propria provincia: basta portare con se la CRS o la TS–CNS Lombardia, un documento d’identità valido e il PIN verrà rilasciato immediatamente.

Molti comuni stanno predisponendo delle postazioni per il rilascio del PIN.

Il Comune di Busto Arsizio, ha attivato questo servizio dal 2009 svolto dall’Urp – Ufficio Relazioni con il Pubblico

Si può anche delegare un'altra persona al ritiro del codice PIn della CRS o della TS-CNS Lombardia utilizzando il modulo di delega, compilato e consegnato al delegato insieme ad una copia del proprio documento di identità e alla propria CRS o TS–CNS Lombardia.

Se si è minorenne è necessario che uno dei propri genitori si presenti presso i punti preposti con un documento d’identità, la propria CRS o TS–CNS Lombardia e una dichiarazione che certifichi la parentela utilizzando l’apposito modulo.

Se, invece, si ha la tutela di un maggiorenne, ci si deve recare presso i punti preposti con un documento d’identità, la CRS o la TS–CNS Lombardia del tutelato e un documento che ne certifichi la condizione tutoria (la documentazione emessa dall’autorità giudiziaria competente, per esempio).

n.b. Presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico vengono distribuiti ai cittadini residenti, che ne fanno richiesta e fino ad esaurimento, i lettori di smart card (uno per ogni nucleo familiare).

Link Utili

Spazio regione

Modulistica
folder Ufficio Relazioni con il Pubblico

Ufficio di riferimento
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)

 

Etichettato sotto
Mercoledì, 16 Gennaio 2019 14:27

Richiesta accesso atti amministrativi

In base al DPR 184/2006, il diritto di accesso ai documenti amministrativi è esercitabile nei confronti di tutti i soggetti di diritto pubblico e i soggetti di diritto privato limitatamente alla loro attività di pubblico interesse, disciplinata dal diritto nazionale o comunitario, da chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l'accesso.

Il diritto di accesso si esercita con riferimento ai documenti amministrativi materialmente esistenti al momento della richiesta e detenuti, alla stessa data, da una pubblica amministrazione, nei confronti dell'autorità competente a formare l'atto conclusivo o a detenerlo stabilmente. 

La pubblica amministrazione non è tenuta ad elaborare dati in suo possesso al fine di soddisfare le richieste di accesso.

La richiesta di accesso agli atti amministrativi può essere:

- informale: qualora in base alla natura del documento richiesto non risulti l'esistenza di controinteressati ;

- formale: qualora non sia possibile l'accoglimento immediato della richiesta in via informale, l’amministrazione invita l'interessato a presentare richiesta d'accesso formale, di cui l'ufficio rilascia ricevuta.

La richiesta può essere consegnata nei seguenti modi:

  • direttamente all’Ufficio Protocollo
  • per posta elettronica
  • raccomandata a/r

La visione degli atti e documenti amministrativi è assicurata dal Comune gratuitamente.

Per il rilascio di copie di atti e documenti è dovuto il rimborso dei costi di riproduzione e di diritti di ricerca.

Le tariffe sono stabilite, ogni anno, con deliberazione della Giunta Comunale.

Il pagamento dei costi per il rilascio delle copie può essere effettuato in una delle modalità previste dalla legge (contanti, bollettino postale, bonifico bancario...) dopo che l’URP abbia comunicato all’interessato il corrispettivo dovuto

NORMATIVA

  • Legge 241/1990 artt. 22 e successivi
  • Dpr 184/2006
  • Regolamento del diritto di accesso alle informazioni, agli atti ed ai documenti amministrativi, nonché del procedimento amministrativo, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 84 del 26/9/2017

Modulistica
folder Ufficio Relazioni con il Pubblico

Ufficio di riferimento
Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)

Etichettato sotto
Lunedì, 07 Gennaio 2019 12:55

Agibilita' su condono edilizio

Le richieste di agibilità inerenti le istanze di condono edilizio disciplinate dalle Leggi n. 47/85, n. 724/1994 e n. 326/2003 dovranno essere presentate con apposita SCIA ai sensi del D.lgs. 222/2016.

Il modello è reperibile nella sezione “Modulistica” dello Sportello Unico dell’Edilizia (Modulistica Edilizia Unificata – Segnalazione Certificata Agibilità).


Modulistica
folder Agibilita' su condono edilizio - Controllo territorio

Ufficio di riferimento
Controllo del Territorio

Pubblicato in Controllo del Territorio
Lunedì, 07 Gennaio 2019 08:32

Richiesta idoneità alloggiativa

Il certificato di idoneità abitativa dell'alloggio è richiesto nell'ambito delle procedure di competenza della Questura e della Prefettura per il rilascio:

  • Ricongiungimento/coesione familiare
  • Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
  • Permesso di soggiorno per lavoro autonomo

come disposto dal Decreto Legislativo 25 luglio 1998, n. 286 "Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero” e s.m.i..

Esso attesta l'idoneità dell'alloggio ad ospitare un certo numero di persone, in rapporto al numero e alla superficie dei vani e la rispondenza dello stesso alloggio ai requisiti igienico-sanitari principali dei locali di abitazione, stabiliti dal Decreto del Ministero della Sanità del 5 luglio 1975 e non costituisce alcuna certificazione di conformità edilizia, urbanistica ed impiantistica. 

Il certificato d’idoneità dell’alloggio può essere richiesto:

  • proprietario
  • affittuario
  • convivente con proprietario /intestatario contratto affitto

Presentazione della domanda

La domanda è redatta in bollo su modello predisposto dall’Amministrazione Comunale disponibile presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico o in alternativa sul sito istituzionale.

La domanda, corredata da tutti i documenti richiesti, deve essere preliminarmente istruita dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico che, verificatane la completezza, la inoltrerà al Protocollo Comunale.

Documentazione da allegare in fotocopia:

  • atto di compravendita registrato (se proprietario);
  • contratto di comodato d’uso registrato;
  • contratto di affitto registrato (se affittuario);
  • in caso di alloggio Aler allegare richiesta autorizzazione ospitalità vistata dall’Aler stessa;
  • dichiarazione di conformità (o rispondenza) dell’impianto elettrico sottoscritta da installatore abilitato, completo degli allegati obbligatori;
  • dichiarazione di conformità (o rispondenza) dell’impianto idrico-sanitario/riscaldamento/adduzione gas sottoscritta da installatore abilitato, completo degli allegati obbligatori;
  • planimetria catastale dell’unità immobiliare in scala 1:200;
  • documento di identità in corso di validità, per il cittadino italiano o comunitario;
  • documento di soggiorno (permesso, carta ecc.) con eventuale ricevuta di richiesta di rinnovo se il documento risulta scaduto, per il cittadino extracomunitario;
  • passaporto;
  • pagamento del corrispettivo per il rilascio del certificato nella misura determinata dalla Giunta Comunale ed aggiornato periodicamente.

Termine di conclusione del procedimento per il rilascio del certificato

  1. Il procedimento per il rilascio ed il rinnovo del certificato d'idoneità dell'alloggio si conclude in trenta giorni dalla presentazione della domanda.
  2. Nel caso in cui i dati dichiarati dal richiedente non corrispondano a quelli in possesso dell'Amministrazione Comunale ovvero non sia stata presentata la documentazione richiesta, il soggetto richiedente è invitato all'integrazione della domanda. In tal caso, i termini di conclusione del procedimento s'interrompono e riprendono a decorrere dalla presentazione della documentazione integrativa.
  3. Il certificato idoneità dell’alloggio viene rilasciato in bollo.

INFORMAZIONI UTILI

Si fa presente che, nella compilazione della richiesta, eventuali dichiarazioni false e mendaci prodotte dal richiedente, lo stesso incorrerà nelle sanzioni penali ai sensi dell’art. 481 del Codice Penale e dell’art. 76 del T.U. approvato con D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000.

Modulistica

folder Richiesta idoneità alloggiativa  

Uffici di riferimento

Controllo del Territorio

 

Pubblicato in Controllo del Territorio
Etichettato sotto
Giovedì, 03 Gennaio 2019 10:49

Richiesta attestazioni urbanistiche

Sono attestazioni relative alla presenza/assenza di vincoli sul territorio di cui alla dgr 190/2014 o di determinazione dei valori limite di accertamento relativi alla congruità delle imposte versate per le aree fabbricabili del comune di Busto Arsizio.

Ogni richiesta di attestazione deve essere compilata in ogni sua parte e può riguardare un singolo mappale o gruppi di mappali.

Alla richiesta devono essere allegati:

  • esatta individuazione del mappale: elementi in possesso del richiedente che consentano l’esatta individuazione del mappale (es: estratto di mappa catastale, stralcio dell’atto di proprietà, ecc.);
  • marca da bollo del valore di € 16,00 da apporre sul modello cartaceo;
  • ricevuta del versamento dei “diritti di segreteria” e del versamento dell’importo corrispondente a n. 1 bollo (€ 16,00) assolto in modo virtuale utile al rilascio del certificato.

La richiesta dovrà essere consegnata al protocollo comunale.

La domanda potrà essere evasa solo se completa di ogni indicazione e del versamento dei diritti di segreteria e del relativo bollo virtuale.

PAGAMENTO DIRITTI DI SEGRETERIA e BOLLO VIRTUALE

Il versamento in un'unica soluzione dell’importo di € 40,70 (diritti di segreteria) + € 16,00 corrispondenti a numero 1 bollo virtuale potrà essere effettuato:

- presso la TESORERIA COMUNALE - Crédit Agricole Italia piazza Vittorio Emanuele II n. 5.

- mediante BONIFICO BANCARIO: Cod. IBAN IT80R0623022808000047292627 indicando nella causale “diritti segreteria attestazione e bollo virtuale”

   Diritti di Segreteria  Bollo virtuale  TOTALE
 Attestazioni urbanistiche  € 40,70 € 16,00

€ 56,70

 

TEMPI

Il certificato viene rilasciato entro 30 giorni dalla richiesta.

In caso di urgenza è possibile richiedere l’evasione delle certificazioni in materia urbanistica entro 5 giorni lavorativi dalla data di protocollazione, i diritti di segreteria in questo caso dovranno essere incrementati di ulteriori € 40,70

 

RITIRO ATTESTAZIONE

- Se è richiesto il rilascio in formato cartaceo: il ritiro avverrà presso l’UFFICIO URBANISTICA - Palazzo comunale 1° piano (tel.0331.390260) - nei giorni e negli orari di apertura al pubblico degli uffici.

- Se è richiesto il rilascio in formato digitale: l’attestazione, firmata digitalmente, sarà trasmessa via posta elettronica all’indirizzo mail indicato nella domanda.

 
Modulistica
folder Urbanistica - Espropri - SIT


Ufficio di riferimento
Urbanistica - Espropri - SIT

Pubblicato in Urbanistica
Pagina 1 di 2