testata busto

via Fratelli d'Italia 12, 21052 (VA) -
tel 0331 390111 / fax 0331 390291
CF/PI 00224000125 -
Codice IBAN IT54N0521622800000004444644
protocollo@comune.bustoarsizio.va.legalmail.it

L'attività della Polizia Locale finalizzata al contrasto delle situazioni di degrado è proseguita anche nell'ultimo fine settimana. Nella serata del 15 marzo, a partire dalle ore 20.00 circa e fino alle ore 2.00 di sabato, quattro pattuglie del Comando di Polizia Locale, di cui una in servizio abiti civili, coordinate dagli Ufficiali addetti al Nucleo Presidio del Territorio, hanno dato vita a una serie di controlli di polizia stradale e di polizia urbana, su tutto il territorio cittadino, privilegiando la zona centrale, ultimamente teatro di vandalismi e di assembramenti di persone intente a consumare alcolici.

Durante i controlli, sono state elevate trentasette violazioni alle norme di comportamento del Codice della Strada, particolarmente pregiudizievoli della sicurezza stradale, quali uso del cellulare alla guida, omesso uso delle cinture di sicurezza, omesso uso dei dispositivi di illuminazione, velocità non commisurata alle condizioni di luce e di traffico, passaggio con semaforo rosso e sosta irregolare.
Come si diceva più sopra, nel corso della serata ha operato una pattuglia in abiti civili che si è occupata particolarmente del contrasto di situazioni di degrado poste in tutto il centro storico ed in particolare in piazza Vittorio Emanuele II. Nell'ambito di tali controlli, sono state sanzionate tre persone per consumo di alcolici in area pubblica, in violazione del Regolamento di Polizia Urbana. Inoltre, è stata effettuata anche attività di contrasto all'esercizio della prostituzione in corso Sempione, dove stati effettuati posti di controllo ed è stato sanzionato un giovane per essersi intrattenuto con una donna dedita all’esercizio della prostituzione.
Le attività hanno interessato anche le zone adiacenti una discoteca cittadina, nei pressi della quale alcuni conducenti, usciti poco prima dal locale, sono stati sottoposti ai controlli del tasso alcolemico.
Complessivamente sono stati sottoposti ai controlli di questo fine settimana ben centodue automobilisti e sono state ritirate tre patenti di guida.

Come afferma il Comandante Claudio Vegetti, “le attività sopra descritte non hanno il carattere dell'estemporaneità, ma proseguiranno anche nei prossimi mesi, nel quadro delle misure per migliorare il livello di sicurezza urbana, in particolare nelle serate dei fine settimana”.

Venerdì, 15 Marzo 2019 14:43

Dal 23 marzo gli open day degli asili nido

Anche per l’anno 2019, l’Amministrazione Comunale di Busto Arsizio ripropone “NIDI APERTI”, un’occasione per presentare ai genitori interessati la realtà degli asili nido, una realtà significativa anche per tutti gli altri cittadini che desiderano conoscere questo servizio.

Dal 23 marzo sarà possibile prendere parte agli open day delle varie strutture (in base al calendario in allegato).
I servizi educativi per la prima infanzia (0-3 anni) sono distribuiti su tutto il territorio cittadino per rispondere meglio ai bisogni delle famiglie e favorire l’integrazione tra il bambino e l’ambiente di appartenenza, in un rapporto sinergico tra servizi pubblici e privati. Il Nido si propone come esperienza fondamentale per i primi anni di vita.

Si ricorda che oltre ai sei nidi comunali e ai nidi privati, sono presenti sul territorio anche il centro prima infanzia, un servizio aggiuntivo all’asilo nido per le famiglie che richiedono un servizio a tempo “parziale” di massimo quattro ore consecutive, e le sezioni primavera, che accolgono bambini tra i 24 e i 36 mesi all’interno delle scuole dell’Infanzia Maria di Nazareth e Villa Sioli.

Si coglie inoltre l’occasione per informare i genitori, nel caso non avessero ancora provveduto, che le domande d’iscrizione per gli asili nido comunali e convenzionati, per il centro prima infanzia e le sezioni primavera per il prossimo anno scolastico dovranno essere presentate all’Ufficio Pubblica Istruzione - Via Alberto da Giussano 12 – entro e non oltre il 30 aprile 2019 (ai seguenti orari: lunedì, martedì e venerdì 9.00 – 12.00, mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30. Giovedì chiuso).

La Polizia locale porta avanti, con costanza, i controlli di polizia stradale sull’intero territorio comunale. Fra questi si evidenzia quello della serata di lunedì 11 marzo: personale del Nucleo Pronto Intervento ha proceduto ad identificare un trentaseienne originario del Senegal che aveva tentato di eludere il controllo di polizia stradale con futili motivi ma, alla richiesta di esibire i documenti di guida, aveva consegnato una patente senegalese ed un permesso di guida internazionale.

Inizialmente tutto sembrava regolare, ma da più approfonditi controlli emergeva che l’uomo era già stato sorpreso circa un mese fa, in provincia di Milano, a guidare privo di patente. Di conseguenza gli agenti eseguivano accurati accertamenti sui documenti esibiti: alcuni piccoli dettagli leggermente difformi dai modelli originali consentivano di ritenere contraffatti i documenti che, pertanto, venivano sottoposti a sequestro.

Nei confronti del cittadino senegalese è quindi scattata la denuncia alla Procura della Repubblica per il reato di uso di documenti falsi, oltre alla contestazione della guida senza essere titolare di patente di guida, con conseguente fermo amministrativo del veicolo.

Solo pochi giorni prima, gli agenti del Nucleo Motociclisti avevano proceduto ad identificare un quarantacinquenne italiano, che si era posto alla guida di un’autovettura privo della necessaria patente, in quanto revocata già dal 2003. Trattandosi di recidivo nella guida senza patente, l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e l’autovettura, è stata posta sotto sequestro, finalizzato alla confisca.

L’Assessorato alla Sicurezza ha espresso compiacimento per l’attività svolta, finalizzata a garantire la sicurezza di tutti i cittadini e della diversa utenza stradale.

Nella mattinata di oggi, 8 marzo, festa della Donna, la Polizia Locale ha effettuato molteplici controlli nell’ambito del contrasto alla lotta al commercio abusivo.

L’incisività dell’azione ha portato al rinvenimento di numerosi mazzetti di mimose già confezionati e pronti allo smercio. L’azione si è svolta nelle piazze principali e agli incroci della città dove era accertata o segnalata la presenza di persone intente alla vendita.

I fiori venivano poi abbandonati dai venditori, tutti stranieri, che si davano alla fuga sottraendosi ai controlli di legge, tranne in due casi. Gli agenti hanno infatti contestato due verbali ai sensi dell’art. 21 c° 3 della L.R. 6 del 2/2/2010 perché i contravventori esercitavano il commercio su area pubblica in forma itinerante, senza autorizzazione.

Nella sola mattinata, sono stati rinvenuti 120 confezioni di mimose in sacchetti di plastica.

Nelle scorse ore la Polizia Locale ha dato esecuzione ad un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinare la ex moglie, nei confronti di un uomo residente in zona, indagato per atti persecutori (stalking).

La donna, che aveva già presentato diverse denunce presso altre forze dell’ordine, nei giorni scorsi ha contattato la Polizia Locale, preoccupata dalla minacciosa presenza dell’uomo che l'attendeva all’esterno di un esercizio commerciale.
Il personale del Nucleo Pronto Intervento, giunto tempestivamente sul posto ha individuato l’uomo che, tra l’altro, deteneva un coltello a serramanico.
Le indagini della Polizia Locale, coordinate dalla Procura della Repubblica cittadina, hanno quindi evidenziato negli ultimi mesi una escalation di molestie e minacce, che hanno portato all’adozione del provvedimento cautelare da parte della competente Autorità Giudiziaria.
La professionalità della Polizia Locale e la rapida emissione dell’ordinanza cautelare, giunta proprio a ridosso del giorno in cui si celebra la festa della Donna, hanno fornito una risposta concreta, segno della particolare attenzione verso le persone più vulnerabili, troppo spesso vittime di vessazioni e molestie, specie in ambito familiare.
Il Comandante Claudio Vegetti e l'Assessore alla Sicurezza Massimo Rogora ancora una volta si congratulano con i propri uomini che, attenti e competenti, hanno saputo gestire il caso con impegno e serietà.

Mercoledì, 06 Marzo 2019 12:55

In Biblioteca arrivano gli scacchi

La Biblioteca comunale Roggia amplia la sua offerta culturale e apre i suoi spazi a nuove modalità di fruizione: un percorso di rinnovamento che prenderà il via con corso dedicato a uno dei giochi più appassionanti, gli scacchi, curato da Paolo Collaro, presidente della Scacchistica Gallaratese e istruttore nazionale di scacchi.

"Scacchi in Biblioteca", questo il titolo dell’iniziativa, sarà presentata mercoledì 10 aprile alle ore 20.45 in Sala Monaco; il corso, gratuito, articolato in 4 serate, si svolgerà nel mese di maggio, il mercoledì dalle ore 20.30 alle 21.30, negli spazi di Sala Monaco.

"L'introduzione al gioco degli scacchi, che va a incrementare la sempre più ampia offerta della nostra biblioteca civica - commenta l'assessore all'Identità e Cultura Manuela Maffioli - rientra nel piano progressivo di ridefinizione delle attività e degli spazi della nostra importantissima istituzione culturale. A seguito dei focus realizzati con l'utenza nei mesi scorsi, infatti, ferma restando la funzione primaria della biblioteca, con la direzione e i bibliotecari siamo impegnati in una risposta concreta a molte delle istanze emerse, come quella di aprire la biblioteca alla dimensione anche ludica, che si sostanzierà, entro la fine dell'anno, nell'introduzione di giochi da tavolo, anche nel tentativo di attrarre sempre nuova utenza".

L'iniziativa è stata pensata con l'obiettivo di creare un momento di aggregazione e condivisione che non si esaurirà con il corso ma diventerà, questo è l'auspicio, un appuntamento fisso per gli utenti della Biblioteca comunale.

Per informazioni: 0331 390383 / 385.

Ha preso il via in tutti gli istituti comprensivi cittadini il percorso di educazione alla sicurezza stradale promosso dall’Assessorato alla Sicurezza e organizzato dalla Polizia Locale.
Due i progetti in fase di realizzazione: “Noi e la Sicurezza a.s. 2018/19” per le scuole dell’Infanzia e primarie e “Sicurezza e Legalità 2019” per le scuole medie.

Oltre a una serie di incontri teorici nelle scuole, i progetti prevedono incontri pratici sul territorio sia a piedi nei vari quartieri, sia a bordo di autobus, sia al parco Viabilandia di via Canton Santo; tutti gli incontri sono svolti da un team di agenti sulla base di un programma approvato dai docenti referenti.

Il progetto di educazione alla sicurezza stradale ha l’obiettivo di accompagnare i giovani ad acquisire un comportamento improntato alla sicurezza e alla correttezza sulla strada, ma non solo. Gli incontri rappresentano un’attività educativa complessa, in cui sono sottolineati i valori della legalità e del rispetto delle regole nel contesto urbano, proprio in un periodo in cui si è resa evidente la necessità di affiancare famiglie e scuole nell’educazione al rispetto del bene comune.

Pochi Comandi di Polizia Locale possono vantare una simile attenzione e sensibilità verso la tematica dell’educazione alla sicurezza stradale: lo attesta il numero dei bambini e dei ragazzi che partecipano alle attività, nell’anno scolastico 2017/2018 sono stati 7.383, quest’anno gli agenti raggiungeranno ben 48 scuole per un numero di alunni sicuramente non inferiore.

Nei giorni scorsi, durante il normale servizio di pattugliamento del territorio, il Nucleo motociclisti della Polizia locale, grazie al sistema di videosorveglianza OCR comunale (lettura targhe e confronto con banche dati), ha intercettato un’Audi A3 risultata intestata a un prestanome e pertanto già radiata d’ufficio.

L’auto era condotta da un ucraino - classe ‘85 - con precedenti per furto in abitazione e altri reati contro il patrimonio.
La situazione ha insospettito ulteriormente gli agenti che hanno quindi richiesto l’intervento di una pattuglia del Nucleo Pronto Intervento: nel giro di pochi minuti è stato quindi possibile rintracciare un’altra auto, una Volkswagen Passat, con a bordo un ventisettenne georgiano, anche questo con precedenti analoghi al primo e con tutta probabilità suo complice, posizionato in modo da destare sospetti.
Controlli più approfonditi hanno permesso di accertare che anche la Volkswagen era intestata ad un soggetto risultato proprietario di decine di autovetture: per questo motivo è stata quindi avviata la procedura di radiazione d’ufficio. L’Audi è stata invece immediatamente sequestrata e verrà confiscata.
Le circostanze non fanno escludere che i due stessero effettuando sopralluoghi al fine commettere furti in abitazione o in esercizi commerciali: tuttavia il capillare controllo del territorio da parte della Polizia Locale ha permesso di impedire ai due di portare a termine i colpi.
Le indagini proseguiranno al fine di verificare il loro coinvolgimento in precedenti episodi sul territorio.
Si rileva infine che l’utilizzo da parte di criminali di veicoli intestati a prestanome è sempre più frequente, in quanto ciò consente loro di spostarsi agevolmente a bordo di auto apparentemente regolari: solo attenti e approfonditi controlli - come quelli eseguiti in questo caso - permettono di accertare le irregolarità e di farne cessare l’uso.

Nella serata di venerdì 1 e nelle prime ore di sabato 2 marzo, personale della Polizia Locale ha effettuato importanti controlli nel centro cittadino, di recente teatro di atti vandalici e di episodi di degrado.

Nello specifico, tre pattuglie formate da ufficiali e agenti in borghese hanno passato al setaccio le vie e le piazze del centro, identificando oltre cinquanta persone e sanzionandone dodici per violazioni in materia di degrado urbano, correlato soprattutto all’abuso di bevande alcoliche. Inoltre, nel corso dei controlli e delle perquisizioni effettuate, tre giovani sono stati trovati in possesso di modiche quantità di hashish e marijuana per uso personale: la sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro, mentre i tre assuntori sono stati segnalati alla locale Prefettura.
Poco dopo la mezzanotte, a seguito di una segnalazione per atti vandalici, la Polizia locale si è subito messa alla ricerca di un gruppo di ragazzi che, dopo aver divelto segnaletica stradale e aver scaraventato a terra diversi cassonetti dei rifiuti lungo le vie del centro, si sono dileguati. L’intervento immediato degli agenti ha permesso di individuare tre minorenni, con precedenti e in palese stato di ubriachezza, già a bordo di un autobus, pronti a lasciare la città e a recarsi in paesi limitrofi. Nei confronti dei tre ragazzi è quindi scattata la denuncia al tribunale per i minorenni per il reato di danneggiamento aggravato in concorso. Inoltre sono stati sanzionati per ubriachezza manifesta e a loro carico è stato emesso l’ordine di allontanamento (“Daspo urbano”).
La serata è stata impegnativa anche per il personale del Nucleo Pronto Intervento, che dopo una rapida attività di indagine è riuscito ad individuare un ‘pirata della strada’ datosi alla fuga dopo aver provocato un tamponamento in cui una persona è rimasta ferita. Le indagini hanno permesso di individuare il conducente datosi alla fuga: il ventitreenne, residente in città, è stato quindi denunciato a piede libero per il reato di omissione di soccorso e lesioni colpose.
Nella giornata di domenica è proseguita l'attività di controllo nelle piazze Vittorio Emanuele II e San Giovanni, per garantire il sereno svolgimento della cerimonia di apertura del Carnevale con la consegna delle chiavi da parte del Sindaco alle maschere Tarlisu e Bumbasina. Successivamente, nel pomeriggio, la pattuglia di zona adibita alla scorta della camminata di Carnevale per le vie del centro storico è intervenuta identificando e denunciando un individuo di nazionalità rumena di 45 anni per interruzione della manifestazione in atto, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto delle proprie generalità nei confronti degli agenti intervenuti. L'attività di controllo e ispezione è proseguita poi in piazza Trento e Trieste con la pattuglia del Pronto Intervento che ha identificato e sanzionato due maggiorenni che praticavano parkour sul monumento della piazza, su cui si arrampicavano con volteggi, salti ed altre acrobazie.
La Polizia locale e l'Assessorato alla Sicurezza intendono proseguire nella prevenzione e repressione di tutte quelle condotte che possono essere lesive della sicurezza del nostro territorio, a tutela del rispetto del contesto urbano in cui viviamo.

"Leggi che ti passa!" E' questo il nome della prima edizione della Reading Challenge lanciata dalla Biblioteca G.B. Roggia.
Da lunedì 25 febbraio a sabato 25 maggio la Biblioteca invitano i lettori a partecipare a una entusiasmante sfida di lettura: dieci libri in tre mesi!

La Reading Challenge è aperta a tutti gli iscritti alla Biblioteca. Ogni partecipante riceverà una scheda personale dove indicare il titolo del libro letto: ogni lettura verrà validata dal timbro della Biblioteca.

Dieci le categorie previste dalla sfida:
1) Un libro con un numero nel titolo
2) Una raccolta di racconti
3) Un libro ambientato nel periodo natalizio
4) Un libro che ha vinto il premio Strega
5) Una storia vera
6) Un saggio che parli di un argomento di attualità
7) Il primo libro di uno scrittore diventato famoso
8) Un libro di un autore con le tue stesse iniziali
9) Un classico per ragazzi che non hai mai letto
10) Un libro che parli di una libreria o di una biblioteca.

Il 25 maggio, a conclusione dei 3 mesi di gara e durante il Maggio dei Libri, verranno proclamati i 3 vincitori.

"La 'sfida di lettura' – dichiara l'Assessore all'Identità e Cultura Manuela Maffioli – lanciata dalla Biblioteca Comunale è il più recente, innovativo strumento di promozione della lettura e dell'oggetto 'libro', naturale missione di ogni biblioteca e di ogni Assessorato alla Cultura. Quella che parte da Busto vuole può essere anche una sfida più ampia: la sfida a mettere la Cultura al centro, perché diventi davvero strumento di sviluppo, non solo delle menti, delle coscienze e, quindi, degli individui, ma anche della città e del suo 'sistema'".

Giovedì 28 febbraio settimo appuntamento con il Caffè Letterario - Esperimenti per una nuova cultura.
Ad animare la serata il musicofilo Dario Valle che accompagnerà gli intervenuti in una passeggiata per le strade del rock.
L’incontro si terrà come di consueto presso la Sala Monaco della Biblioteca di Busto Arsizio alle ore 21.00.

Il Caffè Letterario nasce da una idea della dott.ssa. Rosa Versaci, psicologa, convinta della possibilità creativa di una cultura che si riappropria del suo primato pubblico. Una cultura aperta ai temi cari alla psicologia. Nel corso degli anni sono stati affrontati numerosi argomenti, tra i quali la relazione, la coppia, la genitorialità, il linguaggio corporeo, cinema, letteratura e filosofia. Nel corso degli incontri, tutti ad ingresso libero e gratuito, hanno avuto spazio diversi associazioni e artisti (pittori, fotografi, musicisti, esperti di cinema e teatro).

Tra le attività della Polizia Locale volte a contrastare il degrado urbano rientra sicuramente l'intervento svolto dal personale del Comando sabato 16 febbraio nei pressi di un pubblico esercizio del centro dove tre ragazze sedicenni erano state aggredite da una coetanea.

Dopo essersi riparate presso un negozio vicino, le vittime dell’aggressione hanno chiamato i genitori che, arrivati sul posto, venivano coinvolti in una lite presto degenerata in una colluttazione.
Due le pattuglie della Locale intervenute: mentre un equipaggio soccorreva le minorenni e ascoltava le modalità dell’accaduto, l'altro equipaggio cercava di raggiungere la ragazzina e il fidanzato ventiduenne indicati come aggressori, che intanto si erano allontanati dal luogo a bordo di un'autovettura.
Raggiunti gli aggressori dopo pochi chilometri, gli agenti hanno rinvenuto a bordo del veicolo, occultata di fianco al sedile, una mazza da baseball, di cui il giovane non è stato in grado di giustificare la presenza.
La mazza veniva sottoposta a sequestro e nei confronti del ragazzo, italiano, classe ’96, residente in zona, è scattata la denuncia per porto di oggetti atti ad offendere; la sedicenne invece è stata trovata in possesso di alcuni grammi di marijuana: trattandosi di stupefacente destinato all’uso personale, gli agenti hanno provveduto alle segnalazioni di rito alla competente Prefettura.
Le indagini svolte nell’immediatezza hanno chiarito la dinamica della lite tra le ragazzine e la colluttazione conseguente e le motivazioni delle stesse (questioni personali).
In esito ai controlli medici effettuati, si rimane in attesa di ricevere eventuali querele da parte degli interessati, per deferire i responsabili dell’accaduto alla competente Autorità Giudiziaria anche per i reati di percosse o lesioni personali.
L'Assessore alla Sicurezza si è complimentato con il Comandante per l'ottimo e puntuale lavoro svolto dagli agenti e ha sottolineato il fatto che il Comando è sempre più chiamato ad intervenire non solo per interventi viabilistici ma, molto spesso, anche per fatti che possano compromettere la sicurezza dei cittadini nell'ambito del vivere quotidiano.

E’ in pubblicazione l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse da parte di soggetti gestori di strutture di accoglienza per il pronto intervento, case rifugio ad alta protezione e non e altre strutture, per la realizzazione di interventi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto della violenza di genere, alla rete interistituzionale antiviolenza, Ente Capofila Comune di Busto Arsizio.
Le candidature dovranno pervenire entro il giorno 8 marzo 2019 al Comune di Busto Arsizio con le modalità indicate.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali – Ufficio di Piano di via Roma 5 tel. 0331390117.
In allegato avviso pubblico e scheda di adesione pubblicati anche all’Albo Pretorio on line e alla Sezione Amministrazione Trasparente – altri contenuti.

Venerdì, 15 Febbraio 2019 14:21

Voucher anziani e disabili 2019 – 2020

E’ in pubblicazione l’Avviso pubblico, per l’implementazione di interventi a favore di anziani fragili e disabili finalizzato a garantire:

1) alle persone anziane, in condizione di vulnerabilità, la possibilità di permanere al domicilio consolidando o sviluppando l’autonomia personale e relazionale;
2) implementare, nelle persone disabili giovani ed adulte le competenze e le abilità finalizzate:
 all’inclusione sociale;
 allo sviluppo dell’autonomia personale,
mediante percorsi di potenziamento delle capacità funzionali e relazionali.

Gli interventi di cui alla presente misura sono attuati da unità d’offerta/servizi a ciò dedicati, o da altri servizi similari, in ottica di risposta flessibile e modulabile, costruita sul bisogno individuale della persona.

In allegato deliberazione di Giunta Comunale n. 44/2019, avviso pubblico, brochure e locandina pubblicati anche all’Albo Pretorio on line e alla sezione Amministrazione trasparente–altri contenuti.

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali–ufficio di Piano del Comune di Busto Arsizio via Roma 5 tel. 0331 390113.

Sono stati presentati oggi dal sindaco Emanuele Antonelli, dall’assessore alla Sicurezza Massimo Rogora e dal comandante Claudio Vegetti i dati relativi all’attività della Polizia Locale nell’anno appena concluso.

In allegato il report dettagliato.

Si è registrato un incremento del 9,5% delle violazioni al codice della strada (36.759 nel 2018 e 33.553 nel 2017), variazione da attribuire al grande impegno profuso dal personale nel reprimere le condotte in contrasto alle norme di comportamento del Codice della Strada.

Molto intensa è stata l'attività di contrasto alle soste vietate, che ha portato ad elevare n. 24.465 sanzioni e alla rimozione di 218 veicoli.

472 i verbali per l’utilizzo di apparecchi telefonici durante la guida, che è una delle sanzioni più ricorrenti, insieme al mancato uso delle cinture di sicurezza (775). Ben 1.463 le auto senza revisione, 383 quelle senza assicurazione.

Altrettanto interessanti i dati relativi alle attività di studio sugli incidenti: sono stati complessivamente rilevati 616 sinistri stradali, ma con un minor numero di feriti. A fronte di un complessivo aumento dei sinistri rilevati dalla Polizia Locale, emerge infatti che nel 2017 gli incidenti con feriti rappresentavano il 59,8% del totale, mentre nel 2018 la percentuale è scesa al 53,2%. Tra le cause più frequenti ci sono la distrazione e la velocità elevata (191) e le mancate precedenze (189). Purtroppo 5 incidenti hanno avuto esito mortale, incidenti caratterizzati da particolare complessità e quindi oggetto di indagini peculiari, anche in relazione ai reati di omicidio stradale e lesioni stradali gravi e gravissime.

Un successo anche per le attività di educazione stradale rivolte ai più giovani con 53 istituti scolastici coinvolti nel progetto “Educare alla Sicurezza 2018”, per ben 276 incontri.

Una menzione speciale anche per il servizio di “Vigilanza di quartiere” che ha permesso di garantire una vigilanza più adeguata nei vari quartieri con 1.748 controlli espletati nel corso del 2018 su disservizi o anomalie.

Da ultimo, ma non per importanza, occorre ricordare le azioni attuate in materia di sicurezza viabilistica, con modifiche strutturali e della segnaletica stradale per garantire le migliori condizioni e prevenire gli incidenti.

L’assessore alla Sicurezza Max Rogora ha evidenziato “l’elevata competenza del corpo di Polizia Locale, l’ottimo lavoro e i continui miglioramenti, pur in carenza di personale: stiamo lavorando bene, questo è un punto di partenza per ulteriori migliorramenti”, un plauso anche dal sindaco Antonelli: “visti i numeri, questi uomini fanno miracoli e trovano il tempo anche per le importanti attività di educazione alla sicurezza rivolte ai più giovani”.

Nella mattinata di sabato 19 gennaio, personale del Corpo di Polizia Locale ha tratto in arresto T.G., italiano, classe 1985, residente a Foggia, sorpreso a sostenere l’esame pratico per il conseguimento della patente di guida al posto di un altro soggetto.

Dopo un prolungato servizio di pedinamento, lungo il tragitto della prova pratica, al momento di ottenere la patente di guida sono intervenuti gli ufficiali e gli agenti in borghese che hanno fermato l’uomo: alla richiesta dei documenti di identità ha esibito la carta di identità della persona che avrebbe dovuto sostenere l’esame, abilmente contraffatta con la sostituzione della fotografia.

Vistosi scoperto tuttavia ha poi mostrato i veri documenti personali, rivelando la propria identità.

L’uomo, pregiudicato e non nuovo a fatti analoghi, è stato quindi arrestato per i reati di sostituzione di persona, di falsificazione di documento d’identità e truffa aggravata e condotto presso il Comando di Polizia Locale, dove sono continuati gli accertamenti.

La carta di identità contraffatta e l’altra documentazione che avrebbe consentito il conseguimento della patente di guida a C.E., italiano senza fissa dimora, classe 1992, è stata sequestrata.

La persona che avrebbe beneficiato di questo raggiro è un nomade al quale la patente era stata revocata per aver provocato un incidente guidando in grave stato di ebbrezza.

L’operazione condotta dalla Polizia Locale si inserisce in una serie di controlli per contrastare analoghe azioni già accertate a danno di altre motorizzazioni civili e ed in collaborazione con le medesime.

Mercoledì, 16 Gennaio 2019 12:42

UPT - Ufficio di Pubblica Tutela

L’Ufficio di Pubblica Tuela (UPT) è un ufficio autonomo ed indipendente istituito dalle Agenzia di Tutela della Salute (ATS ex ASL) a tutela della effettiva fruibilità dei diritti degli utenti e verifica del rispetto delle condizioni stabilite nelle carte dei servizi. L’UPT ha sede a Varese in via O. Rossi n. 9 (padiglione centrale).
Per informazioni tel. 0332 277544 mail: pubblicatutela@ats-insubria.it

In allegato la locandina aggiornata al 2019.

Personale del Nucleo Pronto Intervento nella mattinata della vigilia di Natale è intervenuto in via Milazzo, a seguito di una collisione tra una utilitaria ed una donna in bicicletta.

Nell’incidente la ciclista è caduta a terra riportando varie contusioni ed escoriazioni che hanno richiesto visite e cure presso il pronto soccorso dell’ospedale di Busto Arsizio. Nonostante il forte urto e il tentativo di un testimone di fermarla, la conducente dell’utilitaria si è allontanata lasciando a terra solo alcuni frammenti dell’autovettura.
Proprio da questi frammenti e dalle dichiarazioni del testimone sono partite le indagini: nel giro di pochi giorni, nonostante le festività, è stato possibile stringere il cerchio individuando il modello dell’autovettura e la zona di residenza della conducente datasi alla fuga.
Nei giorni scorsi la donna, residente in città, è stata individuata quando si è recata presso un’officina al fine di far riparare il danno ed è stata quindi denunciata alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio per i reati di lesioni colpose, di fuga in incidente stradale con feriti e di omissione di soccorso.
Nei confronti della stessa si è proceduto altresì al ritiro della patente di guida che per la successiva trasmissione al Prefetto di Varese.
L’attività di indagine, non semplice a causa dei limitati elementi a disposizione, ha comunque portato ottimi risultati grazie all’impegno profuso dal personale del Nucleo Pronto Intervento.
Nel corso del 2018 sono stati otto i casi di omissione di soccorso in incidente stradale trattati dal Comando di Polizia Locale, tutti ricostruiti in modo completo con l’identificazione dei responsabili, grazie ad una meticolosa attività di indagine anche utilizzando i sistemi di videosorveglianza in dotazione al Comando.

In vista delle settimane bianche che saranno organizzate alla colonia “C. Comerio” di Aprica per i ragazzi delle scuole elementari e medie della città, in allegato pubblichiamo la documentazione informativa per i genitori e il modulo di iscrizione.

In allegato tabelle con le date degli open day delle scuole materne, primarie e secondarie di 1° grado relative all'anno scolastico 2019/2020.

Pagina 1 di 6
  • banner museotessile
  • banner civicheraccolte new
  • banner biblioteca
  • banner biblioteca