Martedì, 03 Febbraio 2015 15:42

Un breve ritratto della Città di Busto Arsizio

Busto Arsizio, sesta città della Lombardia per numero di abitanti, oggi è la più grande (importante) città della Provincia di Varese; da anni la sua popolazione è in costante aumento a riprova di una crescente attrattività: vuoi per chi dall'estero cerca lavoro, vuoi per quei cittadini italiani e lombardi in particolare che scelgono Busto per la propria vita familiare.

Busto è inoltre la città col più alto tasso di densità di impresa pur in un contesto di riconosciuta crisi globale. Le imprese attive (dati 2010) sono 12.114 con un equilibrato mix di secondario e terziario, import ed export, manifatturiero, tecnologico ed innovativo; non mancano segnali di green economy e l'orgoglioso tentativo di rilancio del tessile di qualità. A questo proposito non vanno dimenticati gli sforzi innovativi di rete ed in particolar modo il progetto PoloTex Sport (www.polotexsport.it), a cui hanno fatto seguito l'innovativa esperienza di New Tex Distretto Tessile Innovazione e di Dress Care. Busto Arsizio, oltre ad essere baricentrica nel contesto del quadrante ovest Lombardia, ha conquistato, governando in sinergia con Regione Lombardia, Ferrovie Nord Milano ed FS, una straordinaria e strategica centralità infrastrutturale; basti citare a tal proposito l'aeroporto internazionale di Malpensa, i collegamenti rapidi col Frecciarossa, il Malpensa Express, l'alta velocità, il collegamento veloce tra Rho-Pero e Malpensa, il sistema della Pedemontana.... Busto Arsizio si trova a meno di 25 km dal sito di Expo e solo sette minuti di treno la separano dal terminal uno di Malpensa, tanto da essere considerata la prima fermata sul percorso dall' aeroporto al sito di Expo. Busto Arsizio offre, col suo hinterland, opportunità universitarie specialistiche e di livello, Insubria e Liuc, ospita l'unica scuola post diploma per il cinema (l'Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni), un ventaglio pressoché completo di scuole superiori d'eccellenza (tra cui uno dei pochi licei coreutici d'Italia). E tutto ciò al termine di un percorso educativo e scolastico che, sin dalla base, costituisce un riconosciuto sistema d'eccellenza. Ma Busto Arsizio è anche commercio di qualità. Il suo Distretto del commercio, riconosciuto da Regione Lombardia e dai distretti europei certificati TOCEMA come un vero prototipo, è stato più volte ospite al Mapic di Cannes per proporsi ad operatori di tutto il mondo e promuoversi ad imprenditori ed investitori. Un distretto vivo, inclusivo che offre opportunità di incontro e svago sia nei periodi estivi che invernali e che rende il centro di Busto uno dei più vivi del territorio, con una serie di attività realizzate a costo zero con la collaborazione preziosissima della rete di associazioni. E non solo. Il Distretto è protagonista di un progetto dedicato ai lavoratori in difficoltà, offre loro piccole occupazioni utili all'intera collettività. Un modello che è già stato più volte sperimentato e che l'Amministrazione vuole continuare a incrementare. Busto Arsizio è anche un ricco cartellone di opportunità culturali. A Busto non ci si annoia....Basti citare il Busto Arsizio Film Festival e la sua ricchissima proposta cinematografica. Si aggiungano le offerte di altissima qualità musicale: a riprova della straordinaria vitalità delle sue vivaci realtà musicali e della straordinaria sensibilità creatasi nel territorio, un'intera villa di fine Ottocento e il suo splendido parco secolare sono stati trasformati in Casa della Musica. E Busto è anche città di sport e di sportivi grazie, oltre a una solida tradizione, all'eccellenza dei suoi impianti e alla professionalità delle società sportive. Da sottolineare che le splendide farfalle della Unendo Yamamay regalano sempre grandi soddisfazioni alla Città nel campionato di serie A1. E non può mancare un cenno, in segno di affetto e di sostegno, alla mitica e gloriosa Pro Patria, da oltre novant'anni protagonista delle cronache calcistiche italiane. Numerose sono le tradizioni della città: clicca Tradizioni e feste popolari per conoscere le principali