Stampa questa pagina
Venerdì, 19 Novembre 2021 11:57

Ai Molini Marzoli un seminario di approfondimento sui “Piani degli Spostamenti Casa Lavoro”

Si è svolta il 17 novembre ai Molini Marzoli una conferenza organizzata dall'Assessorato alla mobilità e dedicata a un approfondimento delle linee guida ministeriali per la stesura dei Piani degli Spostamenti Casa Lavoro, stabilite dal decreto 179/2021 del Ministro della Transizione Ecologica, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.

Il PSCL è finalizzato a favorire il decongestionamento del traffico nelle aree urbane e a ridurre l’uso dei mezzi di trasporto privati individuali promuovendo forme di mobilità sostenibile da un punto di vista ambientale, economico e sociale.

Entro il 31 dicembre di ogni anno, devono dotarsi del Piano degli Spostamenti Casa Lavoro del proprio personale dipendente, compresi anche i dipendenti di altre imprese che operino stabilmente o con presenza quotidiana continuativa presso l’ unità locale, le imprese e le pubbliche amministrazioni con più di 100 dipendenti ubicate in capoluoghi di Provincia/Regione, in una città metropolitana o in un Comune con più di 50.000 abitanti.

Il Comune di Busto adotterà il proprio piano entro il 22 novembre.

“Sono certo – ha osservato l’assessore alla mobilità Salvatore Loschiavo che ha introdotto la conferenza – che non si tratti semplicemente dell’ennesima incombenza burocratica, ma di un punto di partenza per migliorare in modo concreto la qualità della vita dei dipendenti e dei cittadini in generale. Sottolineo infatti che il decreto promuove la collaborazione e il confronto tra il Comune e le grandi realtà del territorio che spostano tante persone per fare in modo che il cambiamento sia davvero avvertito a livello cittadino e sia utile a migliorare e a tutelare l’ambiente in cui viviamo. La riunione di ieri è servita anche a fare rete per risolvere le piccole problematiche delle aziende su questo tema”.

Alla conferenza, oltre al mobility manager del Comune di Busto Giuseppe Vaccarino che ha illustrato le linee guida e l’iter di adozione dei piani, hanno partecipato una dozzina di mobility manager di grandi aziende del territorio e un’associazione di categoria.

Il decreto prevede infatti che i piani delle aziende siano trasmessi al Comune affinchè, in collaborazione con i mobility manager aziendali e con quello d'area nominato dal Comune stesso, si individuino attività e iniziative che possano promuovere gli obiettivi di mobilità sostenibile a livello cittadino.

Il mobility manager comunale è a disposizione delle aziende per chiarimenti e informazioni alla mail mobilitymanager@comune.bustoarsizio.va.it o ai numeri del Comando di Polizia locale 0331 1620611 619 - 627

I CONTENUTI DEL PSCL Nel PSCL devono essere indicati i benefici per tutti i soggetti coinvolti: per i dipendenti (ad esempio: riduzione dei tempi di spostamento, riduzione dei costi di trasporto, riduzione del rischio di incidentalità, incremento del comfort di viaggio, incremento della socializzazione), per l’azienda (economici e di produttività, oltre a un rafforzamento dell’immagine aziendale) e per la collettività (riduzione delle emissioni inquinanti e climalteranti, riduzione della congestione del traffico, riduzione del rischio di incidentalità). Il PSLC deve anche definire puntualmente, per ogni misura, priorità, tempistiche e risorse necessarie. Per esempio per disincentivare l’utilizzo dell’auto privata può prevedere l’istituzione di navette, auto aziendali su prenotazione, o “buoni mobilità” per i dipendenti.