Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:News e Avvisi - Archivio»News del Comune»Coronavirus: numeri e informazioni utili, misure di contenimento del contagio e domande frequenti
Lunedì, 03 Agosto 2020 06:50

Coronavirus: numeri e informazioni utili, misure di contenimento del contagio e domande frequenti

Coronavirus image2

Ecco un elenco dei numeri con orari e competenze da chiamare in caso di necessità relativa all’emergenza coronavirus.
Negli allegati le disposizioni di legge vigenti emanate dal Governo, oltre alle ordinanze regionali e sindacali. 

Servizi sociali tel. 0331-390117 per le esigenze di chi è solo in casa, tel. 0331 182689 riservato agli over 75 per informazioni sanitarie e sui servizi a domicilio 

ATS Insubria Numero verde 800 769622
Regione Lombardia Numero verde 800 894545 Ministero della Salute Numero 1500
Polizia locale Tel.: 0331-1620611 - Tel.: 800098713 (n. verde)

Centro Operativo Comunale Tel.: 366 4012686 per i servizi comunali

 Nel dettaglio elenco, con orari e competenze di alcuni numeri da chiamare in caso di necessità relative all’emergenza coronavirus.

Polizia locale
Centrale Operativa
Tel.: 0331-1620611 Tel.: 800098713 (n. verde)
e-mail: centraleoperativa.polizialocale@comune.bustoarsizio.va.it
per emergenze e segnalazioni relative a sicurezza e viabilità, richieste di informazioni

Servizi sociali
tel. 0331-390117 attivo lunedì e venerdì dalle 8,30 alle 13,30; martedì, mercoledì e giovedì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 16,30.
e-mail: servizisociali@comune.bustoarsizio.va.it
Numero dedicato ai soggetti più fragili e privi di rete famigliare che necessitano di semplici servizi di assistenza al domicilio (non sanitari)

tel. 0331 182689, attivo dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 dal lunedì al venerdì; dedicato agli over 75 residenti a Busto Arsizio. Chiamando il numero si potranno infatti avere informazioni sui negozi di alimentari e le farmacie, con i relativi recapiti, che fanno il servizio di consegna a domicilio, ma anche avere i contatti delle associazioni che, attraverso la loro rete di volontari, possono sopperire alle necessità della spesa settimanale. Inoltre, lo sportello telefonico potrà fornire anche informazioni relative all’emergenza sanitaria con le principali precauzioni da adottare per contenere la diffusione del contagio, e indicazioni sui principali sintomi e sulla necessità, o meno, di contattare un medico.

La Croce Rossa consegna sia la spesa che i farmaci a domicilio alle persone in difficoltà (tel 377/4482243, lun – ven 9-12 e 15-18).

Centro Operativo Comunale
Tel.: 366 4012686 attivo nei giorni di lunedì e venerdì dalle 8.00 alle 14.00, mentre martedì, mercoledì e giovedì dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
per richieste di informazioni sui servizi comunali

ATS Insubria
Numero verde 800 769622 per informazioni di carattere generale in merito al coronavirus

Ministero della Salute
Numero 1500, con l’intervento di mediatori culturali per i cittadini stranieri con difficoltà linguistiche

Regione Lombardia
Numero verde 800 894545
per informazioni/indicazioni di ordine generale in merito ai sospetti di contagio o ai contatti con contagiati (infettivi) certi, per identificare precocemente contatti stretti di caso, al fine di avviare le opportune azioni di contenimento.

Per le informazioni sulle iniziative a sostegno di cittadini e imprese adottate da Regione e Governo: https://www.comune.bustoarsizio.va.it/index.php/news/avvisi/item/11796-emergenza-coronavirus-le-misure-a-sostegno-di-cittadini-e-imprese-adottate-dalla-regione-e-dal-governo

Per le informazioni sul differimento dei termini di scadenza dei pagamenti dei tribut comunali: https://www.comune.bustoarsizio.va.it/index.php/news/avvisi/item/11806-emergenza-coronavirus-differimento-dei-termini-di-scadenza-dei-versamenti-dei-tributi-locali

Per le informazioni sui servizi comunali:https://www.comune.bustoarsizio.va.it/index.php/news/news-del-comune/item/11794-emergenza-coronavirus-nuove-modalita-di-accesso-ai-servizi-comunali

 

AGGIORNAMENTO DEL 31 LUGLIO 

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato una nuova ordinanza anti Covid in vigore dal 1° agosto al 10 settembre 2020.

In Lombardia permane l’obbligo di utilizzare la mascherina al chiuso, mentre all’aperto è necessaria nel caso in cui non sia possibile garantire il distanziamento sociale. E’ comunque indispensabile averla sempre con sé e indossarla anche sui mezzi di trasporto pubblico.

In tema di organizzazione del lavoro, resta obbligatoria la misurazione della temperatura per il datore e per i dipendenti, così come per i clienti dei ristoranti. Se dovesse risultare superiore a 37,5°, non sarà consentito l’accesso alla sede e l’interessato sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante.

Scadenze

Il Decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020, emanato per far fronte all’emergenza Covid-19, ha inciso sulle scadenze di atti amministrativi e autorizzazioni. Ecco alcuni esempi.

Patente e revisione veicolo
1) Con la revisione del veicolo scaduta, in questi giorni che non riesco a rinnovarla, si può circolare?
Si. Per i veicoli con revisione scaduta al 17 marzo 2020 o che scade entro il 31 luglio 2020, è consentita la circolazione fino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la visita di revisione;

2) Mi è scaduta la patente da qualche giorno, posso comunque guidare?
Si. La validità delle patenti di guida italiane scadute al 17 marzo 2020 o in scadenza fino al 31 agosto 2020, sono state prorogate fino al 31 agosto 2020.
La proroga si applica anche a quelle rilasciate da uno Stato dell'Unione Europea il cui titolare ha acquisito la residenza in Italia.
La disposizione si estende anche al certificato di idoneità alla guida (CIG) per ciclomotori.

3) Per chi ha l’attestato per guidare l’autotreno in scadenza come e quando può rinnovarlo?
È stata prorogata la validità sino al 15 giugno 2020 dei certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, che abbiano scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020.
Ecco alcuni esempi:
• le autorizzazioni o le licenze per il trasporto di merci o di persone previste dal Codice della strada (Cds) o da norme speciali;
• le autorizzazioni sanitarie per il trasporto di animali o alimenti;
• le autorizzazioni per il trasporto di rifiuti;
• l'attestato per guidare autotreni ed autoarticolati la cui massa complessiva a pieno carico sia superiore a 20 tonnellate, rilasciato ai conducenti che abbiano compiuto sessantacinque anni di cui all'art. 115, comma 2, lettera a) del Cds;
• l'attestato per guidare autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati, autosnodati adibiti al trasporto di persone, rilasciato ai conducenti che abbiano compiuto sessanta anni, di cui all'art. 115, comma 2, lettera b) del Cds.

4) Per chi è in possesso della Carta di qualificazione del conducente (Cqc) in scadenza, la proroga è la stessa delle patenti di guida?
No. Il ministero dei Trasporti ha previsto la proroga fino al 30 giugno 2020 della Cqc per il trasporto professionale di cose e persone, nonché dei certificati di formazione professionale (Cpp) per il trasporto di merci pericolose, aventi scadenza dal 23 febbraio 2020 al 29 giugno 2020.

Assicurazione auto
Chi ha l’assicurazione auto in scadenza quanto tempo ha per rinnovarla?
Per le polizze in scadenza fino al 31 luglio 2020, è portato a 30 giorni il periodo entro cui l’assicurazione è comunque operante.
La previsione trova applicazione anche nel caso di polizza assicurativa annuale in cui il pagamento del premio assicurativo sia rateizzato in rate semestrali o periodiche.

Carta d’identità
Chi ha la carta d’identità scaduta può rinnovarla?
Tutti i documenti di identità scaduti dal 17 marzo 2020 in poi sono validi fino al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta invece limitata alla data di scadenza indicata nel documento stesso.

Permesso di soggiorno
Chi ha il permesso di soggiorno scaduto può uscire per rinnovarlo?
No. Tutti i certificali, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.
Quindi, tutti i permessi di soggiorno in scadenza nel periodo sopra ricompreso vengono prorogati di validità fino al 15 giugno 2020.
La domanda di rinnovo potrà essere presentata dopo il 15 giugno 2020.

Cosa cambia per il pagamento delle multe?
L’art. 202 del Codice della Strada prevede che per le violazioni per le quali è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria, il trasgressore è ammesso a pagare, entro 60 giorni dalla contestazione o dalla notifica, una somma pari al minimo edittale fissato per le singole norme. Tale somma è ridotta del 30% se il pagamento è effettuato entro 5 giorni dalla contestazione o dalla notifica. Tuttavia, l’art. 108 c. 2 del Decreto Cura-Italia (D.L. 18 del 17/03/2020) ha disposto che dal 17 marzo al 31 maggio 2020 lo sconto sulla sanzione pari al 30%, si applica anche se il pagamento viene effettuato entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica della violazione. La misura potrà essere estesa qualora siano previsti ulteriori termini di durata delle misure restrittive.

Sempre per assicurare l’adozione delle misure di prevenzione e diffusione del virus Covid-19, a tutela dei lavoratori del servizio postale e dei destinatari degli invii postali, l’art. 108 c. 1 del Decreto Cura-Italia (D.L. 18 del 17/03/2020) ha disposto che fino al 30 giugno la notifica dei verbali a domicilio è organizzata con la seguente modalità: gli operatori postali procedono alla consegna della “busta verde” mediante preventivo accertamento della presenza del destinatario o di persona abilitata al ritiro ma senza raccoglierne la firma, con successiva immissione della busta nella cassetta della corrispondenza (dell'abitazione, dell'ufficio o dell’azienda, al piano o in altro luogo, presso il medesimo indirizzo, indicato contestualmente dal destinatario o dalla persona abilitata al ritiro). La firma è apposta dall'operatore postale sui documenti di consegna in cui è attestata anche la suddetta modalità di recapito.

DIFFERIMENTO TERMINI DI SCADENZA DEI VERSAMENTI DEI TRIBUTI COMUNALI

Al fine di alleviare il disagio socio-economico per cittadini e imprese, la Giunta ha adottato i seguenti provvedimenti:

- la sospensione degli adempimenti tributari e dei termini di versamento degli avvisi di accertamento tributari che scadono nel periodo compreso fra l'8 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020, ferma restando la facoltà dei singoli di provvedere senza avvalersi della sospensione.
La scadenza degli adempimenti e dei versamenti sospesi è differita al 30 giugno 2020.

- la sospensione dei versamenti sulle rateazioni in corso concesse per qualsiasi tributo di competenza del Comune, la cui scadenza è compresa nel periodo compreso tra 8 Marzo e il 31 Maggio 2020, senza che il contribuente incorra nella decadenza automatica della rateizzazione, purchè proceda al pagamento delle rate residue, con cadenza mensile, a decorrere dal 30 giugno 2020.

 

ALLEGATI

Decreti del presidente del Consiglio dei Ministri (Dpcm) dell’ 8, del 9 e dell'11 marzo 2020, decreto legge del 17 marzo 2020 "Cura Italia", decreto del Ministero della salute del 20 marzo 2020, Dpcm del 22 marzo 2020,  decreto legge del 25 marzo 2020, ordinanza della Protezione civile n. 658 del 29 marzo 2020, Dpcm del 1 aprile, Dpcm del 10 aprile, Dpcm del 26 aprile con allegati, circolare del Ministero dell'Interno del 2 maggio

Ordinanza della Regione Lombardia del 21 marzo con due allegati, ordinanza n. 515 del 22 marzo che integra la n. 514 del 21 marzo, ordinanza regionale del 4 aprile, l'ordinanza regionale dell'11 aprile, ordinanze regional n.537 e n. 539 n. 541.

Modulo di autocertificazione aggiornato da utilizzare solo per gli spostamenti fuori regione.

Testo dell'intervento sul tema dell'emergenza covid pronunciato dal sindaco Emanuele Antonelli nel corso del consiglio comunale di sabato 9 maggio. Nella relazione sono messi in evidenza sia le iniziative realizzate, sia i progetti per la ripartenza e per il sostegno a famiglie e imprese.

Decreto del presidente del Consiglio del 17 maggio e ordinanza regionale del 17 maggio con i relativi allegati. Segue l'ordinanza regionale 555 del 29 maggio con l'allegato. 

DPCM dell'11 giugno con gli allegati, ordinanza regionale n. 566 con l'allegato.

Ordinanze regionali del 29 giugno, del 10 edel 14 luglio con gli allegati, Dpcm del 14 luglio con l'allegato.

Ordinanza regionale del 31 luglio con l'allegato.

 

 

Ultima modifica il Lunedì, 03 Agosto 2020 15:34