testata busto

via Fratelli d'Italia 12, 21052 (VA) -
tel 0331 390111 / fax 0331 390291
CF/PI 00224000125 -
Codice IBAN IT54N0521622800000004444644
protocollo@comune.bustoarsizio.va.legalmail.it

La Storia

Piazza GaribaldiLa Città di Busto Arsizio si presenta come un moderno centro industriale e commerciale, così profondamente caratterizzato dallo sviluppo del suo apparato produttivo, che è difficile immaginare la vita, la storia ed il paesaggio urbano nel periodo precedente la rivoluzione industriale.

Tuttavia un'attenta passeggiata per le strade del centro e l'osservazione di alcune del passato più antico, ci fanno capire che questa città ha un'identità e tradizioni precedenti l'avvento dell'industria.
In mancanza di documenti che riportino la data di fondazione di Busto Arsizio, è solo grazie al ritrovamento di alcuni oggetti dell'epoca tardo romana che possiamo indicarne l'origine, probabilmente fra il II ed il IV secolo d.c..

Enrico Dell'Acqua fu uno dei protagonisti dello sviluppo industriale della città: esportò prodotti tessili bustocchi e creò fabbriche moderne anche nell'America del Sud.

Tra la fine dell'Ottocento ed il primo ventennio del Novecento alle industrie tessili si affiancarono fonderie e industrie meccaniche.
Busto Arsizio acquistò così la duplice natura di città cotoniera e meccanica, situazione che le assicurò a lungo fortuna e benessere.
Grazie alle sue infrastrutture sempre in via di miglioramento e alla ottima amministrazione, già nel 1864 Busto ottenne il riconoscimento di "città".
Nel secondo dopoguerra, lo sviluppo riprese e numerose furono le iniziative sostenute finanziariamente dai Bustesi tra le quali l'aeroporto della Malpensa.

StampaEmail

  • banner museotessile
  • banner civicheraccolte new
  • banner biblioteca
  • banner biblioteca