Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:Avvisi dal Comune»Avvisi - Imposte Comunali»STRALCIO E DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE COMUNALI
Martedì, 01 Agosto 2023 08:13

STRALCIO E DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE COMUNALI

STRALCIO E DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE COMUNALI
In applicazione dell’articolo 17-bis, comma 1, del Decreto Legge 30 marzo 2023, n. 34, convertito con modificazioni dalla Legge 26 maggio 2023, n. 56.

Debiti affidati, ai fini della riscossione coattiva, al Concessionario ICA- Imposte Comunali Affini Srl.

L’Amministrazione con Delibera di Consiglio Comunale n. 40 del 28/07/2023 ha previsto, per i debiti di importo residuo, alla data del 1° gennaio 2023, fino a € 1.000,00, affidati al Concessionario, dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015, l’ annullamento automatico delle somme dovute a titolo di sanzioni e di interessi al fine di stimolare l’adempimento della quota residua del carico afferente a debiti di modesta entità e risalenti nel tempo, in considerazione anche dell’attuale complessa situazione di difficoltà economica delle fasce più deboli oltre ad equiparare il trattamento previsto per le partite in carico ad Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia).

L’Amministrazione con Delibera di Consiglio Comunale n. 39 del 28/07/2023 ha previsto la definizione agevolata dei debiti affidati al Concessionario, dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, di qualsiasi importo residuo, al fine di agevolare i debitori di somme iscritte nella fase coattiva gravati di significativi oneri accessori, in considerazione della attuale complessa situazione di difficoltà economica, oltre ad equiparare il trattamento previsto per le partite in carico ad Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia).
La definizione agevolata consiste nell’estinguere i medesimi debiti senza corrispondere le somme dovute a titolo di interessi, di sanzioni e oneri, versando le somme dovute a titolo di capitale e quelle maturate a titolo di rimborso delle spese per le procedure esecutive e di notificazione, nel rispetto rigoroso dei termini e modalità indicate nel Regolamento.
Per aderire alla Definizione agevolata, entro il 31 Ottobre 2023, il contribuente deve presentare apposita dichiarazione di adesione su modelli resi disponibili dal Concessionario.
È possibile pagare gli importi in un’unica soluzione, entro il 29 febbraio 2024 oppure in maniera rateale:

SCHEMA RATEIZZAZIONI
Fino a 1.000,00 €                 12

Da 1.001,0 a 3.000,00 €       24

Da 3.001,00 a 6.000,00 €     36

Oltre 6.001,00 €                    48

Il pagamento rateizzato prevede l’applicazione degli interessi al tasso legale, a decorrere dal 1° marzo 2024.
In caso di omesso ovvero insufficiente o tardivo versamento, superiore a cinque giorni, anche di una sola rata, la Definizione agevolata risulta inefficace e riprendono a decorrere i termini di prescrizione e decadenza per il recupero delle somme oggetto dell’istanza, i versamenti effettuati sono considerati a titolo di acconto sulle somme dovute.

Ultima modifica il Martedì, 01 Agosto 2023 08:16