Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:Aree Tematiche»Polizia locale»Sanzioni e Sinistri»Ricorso al Giudice di Pace

Ricorso al Giudice di Pace

IL RICORSO E’ ALTERNATIVO AL PAGAMENTO DELLA MULTA: O SI FA RICORSO O SI PAGA LA MULTA – NON SI POSSONO FARE ENTRAMBE LE COSE.

PROCEDIMENTO

Il ricorso si presenta esclusivamente al Giudice di Pace del luogo dove è stata accertata l’infrazione.

Può fare ricorso solamente l’intestatario della multa

Il termine è di 30 giorni dalla notifica della multa.

La cancelleria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00. Non verranno accettati atti al di fuori di questo orario.

Il ricorso può essere anche spedito con raccomandata, ma deve comunque contenere le copie e le marche necessarie.

Bisogna depositare

  • Originale + 3 copie del ricorso
  • Originale + 3 copie della multa

E’ OBBLIGATORIO INDICARE IL CODICE FISCALE. In caso di mancata indicazione c’è una sanzione che varia da 18,50 a 103,00 euro a secondo dell’importo della multa contestata.

Occorre inoltre depositare le seguenti marche, che si acquistano in tabaccheria e dipendono dall’importo della multa contestata:

IMPORTO MULTA MARCA DA CONTRIBUTO UNIFICATO MARCA DA BOLLO
Fino ad euro 1033,00 Euro 37,00 NO BOLLO
Da euro 1033,01 ad euro 1100,00 Euro 37,00 Euro 8,00
Da euro 1100,01 ad euro 5200,00 Euro 85,00 Euro 8,00
Oltre euro 5200,00 e valore indeterminato (es. sospensione patente, sequestro del mezzo, ritiro carta di circolazione e simili) Euro 206,00 Euro 8,00

Al momento del deposito del ricorso viene comunicato il NUMERO DI RUOLO. Con questo numero si può essere aggiornati sullo stato della pratica collegandosi al sito http://gdp.giustizia.it – area pubblica- sezione ricerche.

Il giudice fissa la data dell’udienza. Poiché ci sono tanti ricorsi e pochi giudici può passare molto tempo, anche dei mesi, dal deposito del ricorso a quando il giudice lo vede per fissare l’udienza.

La data dell’udienza viene comunicata all’indirizzo indicato dal ricorrente con una notifica dell’ufficiale giudiziario o in caso di urgenza con una comunicazione per fax o per e-mail.

All’udienza deve essere presente il ricorrente, per spiegare al giudice le sue ragioni. In caso di impedimento motivato, occorre fare per tempo una richiesta scritta di rinvio dell’udienza, documentando adeguatamente i motivi.

Al termine dell’udienza il giudice decide se la multa è corretta o meno. La parte che perde può essere condannata a pagare all’altra le spese di giudizio.

Se il giudice respinge il ricorso stabilisce anche l’importo della multa, che va pagata entro 30 giorni.

 

PER LE MULTE CHE PREVEDONO SOSPENSIONE DELLA PATENTE, RITIRO DELLA CARTA DI CIRCOLAZIONE, SEQUESTRO DEL MEZZO:

il ricorso non sospende l’esecuzione del provvedimento. Nel caso ci siano gravi motivi, si può chiedere che il giudice valuti la sospensione del provvedimento. I gravi motivi vanno documentati. Le richieste di sospensione non documentate non saranno prese in considerazione.


Modulistica
folder Ricorso Giudice di pace folder


Ufficio di riferimento
Polizia Locale - Sanzioni

Articoli correlati (da tag)