Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:News e Avvisi - Archivio»Al via la stagione teatrale cittadina “BA Teatro”
Giovedì, 03 Ottobre 2019 11:39

Al via la stagione teatrale cittadina “BA Teatro”

20191003 111523 resizedAnche quest'anno la stagione culturale cittadina offre un cartellone teatrale coordinato e sostenuto dall'Amministrazione comunale.
“BA Teatro”, la storica sigla che raggruppa la programmazione dei teatri Fratello Sole, Manzoni, San Giovanni Bosco, Sociale, Spazio Teatro Alberto Caprioli, torna dunque da martedì 8 ottobre con una serie di spettacoli di cabaret, prosa e musica, commedie e varietà, danza, opera, teatro in lingua originale, spettacoli per i più piccoli, insomma, un calendario ricco di proposte per tutte le età e tutti i gusti.

In questi mesi le sale hanno lavorato in sinergia per presentare delle proposte di qualità, innovative e non ripetitive.

La regia dell’Amministrazione, e in particolare dell’assessore alla Cultura Manuela Maffioli, ha avuto proprio lo scopo di rendere ancora più solida la collaborazione già esistente tra le sale attraverso l’istituzione di un tavolo dedicato, il ‘tavolo teatri’, che ha lavorato con notevole impegno per proporre stagione davvero ricca (circa 80 gli spettacoli in calendario) che ha poco da invidiare ad altre realtà.

Il risultato concreto della sinergia del tavolo è visibile nel pieghevole “BA Teatro”, realizzato dalla tipografia comunale: si tratta di un vademecum che presenta gli spettacoli in ordine cronologico per permettere al pubblico di essere aggiornato sulle proposte giorno per giorno.
L’opuscolo è da oggi in distribuzione negli spazi comunali e sarà pubblicato sul sito del Comune e sui profili social.

“La rassegna teatrale si conferma uno dei punti di forza dell’offerta culturale – afferma l’assessore – che nel suo complesso può contare su rassegne cinematografiche, musicali, mostre e tanto altro, confermando Busto in prima linea sulla cultura come settore strategico, non solo di crescita individuale, ma anche di sviluppo del territorio, con un’offerta a 360 gradi in grado di appagare tutte le sensibilità. Ai teatri bisogna inoltre riconoscere il merito, così come ai cinema, di tenere viva e in salute non solo la città, ma anche le sale, che sono patrimonio materiale della cultura di Busto, luoghi di crescita, di confronto, di incontro, patrimonio quindi anche sociale e ineffabile strumento di presidio del territorio contro il degrado”.

Ultima modifica il Venerdì, 04 Ottobre 2019 05:33