Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:News e Avvisi - Archivio»Coronavirus alla Provvidenza: il sindaco chiede chiarimenti all'ATS Insubria
Giovedì, 09 Aprile 2020 16:01

Coronavirus alla Provvidenza: il sindaco chiede chiarimenti all'ATS Insubria

la provvidenza

Il sindaco Emanuele Antonelli interviene sulla situazione che si è venuta a creare all'Istituto La Provvidenza per effetto dell'emergenza COVID-19.

Nonostante gli sforzi eccezionali di tutto il personale, del Presidente e del Direttore generale, il virus è drammaticamente entrato nella RSA e ha già prodotto i suoi effetti devastanti, che sono noti perchè la direzione ha scelto la strada della massima trasparenza informativa, pur nel rispetto della privacy delle persone.
In momenti come questi, il sindaco, la giunta e l'intero Consiglio comunale sono vicini a chi soffre e a coloro che si stanno impegnando oltre i propri limiti.
Sono vicini in modo concreto, intervenendo con le autorità sanitarie preposte che hanno l'obbligo di fare ancora di più, meglio e tempestivamente di quanto già non si sia fatto fino ad oggi.
In particolare, il sindaco ha ieri scritto al direttore generale dell'ATS Insubria, rilevando che "la tempistica per eseguire i tamponi e successivamente analizzarli è incompatibile con le evidenti necessità della struttura e quindi con la necessità di garantire la sicurezza di ospiti e personale".
La nota del sindaco continua con la richiesta di impegno per mettere a punto un sistema per accelerare tamponi ed esiti e per comunicare meglio tutte le attività che si stanno svolgendo sia per tutelare questa comunità sia per informare le Autorità.
Antonelli conclude richiedendo formalmente una relazione sui diversi aspetti che attengono alla modalità di gestione usata da ATS Insubria, che comunque si ringrazia per l'impegno straordinario di questo periodo, per far fronte alle criticità emerse nella RSA.

Ultima modifica il Venerdì, 10 Aprile 2020 12:52