Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:News e Avvisi - Archivio»La nuova Giunta comunale pronta a lavorare per la città
Venerdì, 22 Ottobre 2021 13:39

La nuova Giunta comunale pronta a lavorare per la città

Nuova Giunta ok x sitoIl sindaco Emanuele Antonelli ha firmato oggi il decreto di nomina della Giunta comunale e di attribuzione delle deleghe.

Fanno parte del nuovo esecutivo:

MAURIZIO ARTUSA, assessore a ECONOMIA E SPORT (Finanze, tributi, attrazione risorse, sport);
DANIELA CINZIA CERANA, assessore alle POLITICHE EDUCATIVE (Istruzione pubblica e privata, strutture scolastiche, alternanza scuola/lavoro, corsi di specializzazione, giovani, pari opportunità);
MARIO CISLAGHI, assessore alle POLITICHE ISTITUZIONALI (Servizi demografici, statistica, personale, cimiteri);
SALVATORE NICOLA LOSCHIAVO, assessore a SICUREZZA E MOBILITA’ (Servizi polizia locale, trasporti, gestione parcheggi pubblici, implementazione piste ciclabili, mobilità sostenibile);
MANUELA MAFFIOLI, vicesindaco e assessore a CULTURA, IDENTITA’ E SVILUPPO ECONOMICO (Cultura, musei, biblioteca, commercio, industria e artigianato, marketing territoriale);
GIORGIO MARIANI, assessore alla RIGENERAZIONE URBANA (Urbanistica, edilizia, valorizzazione del patrimonio, piano delle alienazioni,);
MARIA PAOLA REGUZZONI, assessore all’ INCLUSIONE SOCIALE E SALUTE (Servizi sociali, lavoro, politiche della casa).

Rimangono di esclusiva competenza del sindaco opere pubbliche, strade, verde pubblico, ambiente, ecologia, illuminazione pubblica, innovazione tecnologica, partecipate, salute e nuovo ospedale, cerimoniale e comunicazione, progetti speciali, avvocatura.
Il sindaco e tutti gli assessori sono anche delegati alla celebrazione dei matrimoni e alla firma dei T.S.O.

Dopo aver ringraziato la giunta uscente, i segretari di partito e i consiglieri comunali presenti, il sindaco ha presentato gli assessori e le deleghe assegnate a ciascuno.

“In questa nuova squadra, varata in pochi giorni grazie all’accordo trovato subito tra i partiti e la lista civica, è presente un mix di giovani e di esperti, tutti con tanta buona volontà e tanta voglia di lavorare per raggiungere gli obiettivi – ha affermato Antonelli –. La priorità è il lavoro perché gli obiettivi sono tanti; abbiamo anche tanti soldi da spendere e da spendere bene. Il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza non ci spaventa, ma bisognerà lavorare tanto e in modo trasversale. In questa consigliatura per coinvolgere maggiormente il consiglio ci avvarremo dell’aiuto dei consiglieri delegati su alcune materie, come ad esempio l'innovazione tecnologica. Per quanto riguarda le mie deleghe tengo soprattutto a quella sull’ospedale nuovo: da lunedì presserò la Regione perché voglio che parta finalmente parta l’iter”.

La vicesindaco Maffioli ha dichiarato di essere felice della riconferma: “la leggo come una valutazione positiva del lavoro svolto che mi permette di proseguire, senza cesure, negli ambiti di mia competenza e di ripartire subito tenendo ingranata la quinta già innestata nella scorsa consigliatura. La conferma delle deleghe ripropone il connubio tra cultura e sviluppo economico che mi consente di continuare a lavorare per togliere dalla cultura il pregiudizio di intelligente impiego del tempo libero e farla assurgere anche al ruolo di strumento di sviluppo economico. Proseguirò anche con il metodo dell’ascolto e del coinvolgimento della cittadinanza e delle categorie interessate e della costante presenza a contatto con cittadini”.

L’assessore più giovane, Maurizio Artusa, si è detto “emozionato e orgoglioso: da lunedì non potrò che lavorare, studiare e ascoltare i miei colleghi che hanno più esperienza e spero di poter fare un buon lavoro: bilancio e sport sono un buon connubio perché lo sport è uno dei fiori all’occhiello che però va potenziato, insieme alla cultura e alle politiche giovanili. Per il bilancio c’è poco da dire, solo da lavorare”.

“Sono onorata di questa possibilità – ha continuato Cerana - sono un po’ preoccupata perché le cose da fare sono molte, ma il lavoro non mi spaventa. Ho già avuto modo di conoscere il personale e abbiamo stabilito un metodo di lavoro: farò del mio meglio come sono sempre stata abituata a fare. Per quanto riguarda la deleghe, da insegnante conosco bene il mondo della scuola, devo approfondire la parte amministrativa che compete al Comune; le deleghe ai giovani e alle pari opportunità sono state fortemente volute dal mio partito perché sono tematiche su cui stavamo già lavorando”.

“Il mio è un ritorno al passato – ha affermato Cislaghi, già assessore cinque anni fa - sono già in contatto con la dirigente per affrontare la prima emergenza, la situazione dei servizi demografici perchè non è tollerabile la coda che si forma ogni giorno fuori dagli uffici di stato civile e anagrafe. Farò un giro in tutti i settori per capire le esigenze del personale, il primo impegno sarà quello di procedere con il piano triennale delle assunzioni. Personale, anagrafe e cimiteri non sono tre settori semplici, ma sono pronto ad affrontare tutti i problemi”.

“Lavoro e impegno mi contraddistinguono - ha detto Loschiavo –, le deleghe alla sicurezza e alla viabilità sono molto “calde”, i dossier sul tavolo sono tanti, la città aspetta risposte e noi siamo pronti a darle. Insieme al comandante, sulle questioni urgenti e necessarie interverremo subito, su quelle necessarie ma non urgenti metteremo la testa per fare in modo che ogni intervento non sia a spot, ma organico e analizzato come una città importante come la nostra merita. Tengo anche a dire che le porte dell’assessorato sono aperte ai cittadini non solo per le segnalazioni, ma anche per le proposte di soluzioni; tutti noi siamo per la politica della compartecipazione e spero che i risultati siano consequenziali all’impegno”.

Felice della riconferma anche Mariani, ”potrò portare a termine i porgetti che ho avviato, nel 2026 scadranno i finanziamenti che sono riuscito a intercettare per le grandi opere di rigenerazione urbana, come l’area delle Nord e il nuovo ingresso dell’autostrada, e arriverà al termine anche questa amministrazione: credo davvero che allora il sogno sarà diventato realtà”.

Anche nel ruolo di segretario di partito, l’assessore Reguzzoni ha insistito sull’importanza della condivisione: “questa non sarà una giunta chiusa, dobbiamo affrontare la scommessa della Busto del futuro e per questo abbiamo l’esigenza di condividere i percorsi con tutta la squadra, di maggioranza e di opposizione, consiliare e di giunta. Un’opportunità di investimento così ampia non è mai capitata, è da condividere con l’intera città che la deve sentire e far crescere altrimenti i progetti rimarranno vuoti.
La condivisione è fondamentale per riempire di contenuti una crescita che altrimenti rimarrà nei programmi, ma non ricadrà sulla società civile”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 22 Ottobre 2021 14:21