Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:Aree Tematiche»Servizi al cittadino»Stato Civile»In caso di lutto

In caso di lutto

Denuncia di morte

È necessario presentare la denuncia di morte entro 24 ore dal decesso.

La denuncia deve essere presentata presso l’Ufficio Stato Civile ove è avvenuto il decesso da un familiare o da una persona delegata.

All’atto della denuncia è necessario consegnare:

-         l’avviso di morte compilato dal medico curante;

-         la scheda Istat compilata dal medico curante;

-         l’accertamento di decesso compilato dal medico curante.

Decesso fuori dal comune

Nel caso in cui una persona, residente a Busto Arsizio, sia deceduta al di fuori del territorio comunale, occorre chiedere al comune ove è avvenuto il decesso il permesso il seppellimento ed eventualmente anche l’autorizzazione alla cremazione della salma.

Autorizzazione alla cremazione

La cremazione della salma è autorizzata dall’Ufficiale di Stato Civile del comune ove è avvenuto il decesso. E’ possibile procedere alla cremazione solamente nei seguenti casi:

-          quando il defunto ha manifestato in vita la volontà in una disposizione testamentaria (cioè in un testamento olografo, da pubblicare e depositare, in un testamento pubblico o in un testamento segreto), oppure si è iscritto ad un’associazione legalmente riconosciuta, avente tra i propri scopi quello della cremazione del corpo dei propri associati;

-          quando la volontà viene manifestata dal coniuge;

-          in mancanza del coniuge, per volontà manifestata dal parente più prossimo entro il 6° grado e, in caso di esistenza di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza dei parenti di pari grado.

Per quanto riguarda la volontà di dispersione delle ceneri essa può essere espressa solo dal defunto con le modalità sopra indicate.

Per ottenere l’autorizzazione alla cremazione è necessario consegnare la dichiarazione della volontà del defunto di essere cremato oppure, se il defunto era iscritto ad un’associazione di cremazione, l’iscrizione/tesserino di appartenenza. In assenza è possibile che la manifestazione della volontà del defunto di essere cremato venga dichiarata dal coniuge o dai parenti prossimi (vedi pdf Dichiarazione cremazione (11 KB) ). La manifestazione di volontà del coniuge o dei parenti è resa davanti all’Ufficiale di Stato Civile, che redige e sottoscrive il relativo processo verbale, previa identificazione dei dichiaranti tramite idoneo documento d’identità.

Modulistica
folder Stato Civile

Ufficio di riferimento
Stato Civile