Contenuto principale

Messaggio di avviso

Ti trovi qui:Aree Tematiche»Servizi on-line»anagrafe

Visualizza articoli per tag: anagrafe

Lunedì, 04 Dicembre 2017 13:00

Istanze on-line

Il servizio permette di effettuare in modalità digitale la presentazione delle domande connesse ai principali procedimenti amministrativi.

STATO CIVILE
- Richiesta concessione della sala di Villa Tosi per matrimonio/unione civile
- Richiesta di indicazione del nome in applicazione dell'art. 36 del D.P.R 3 novembre 2000 n. 396
- Richiesta concessione della sala del 'camino di Villa Calcaterra' per matrimonio/unione civile
- Richiesta concessione di un locale della sede comunale per matrimonio/unione civile

ELETTORALE
- Richiesta di iscrizione all'albo degli scrutatori
- Richiesta di iscrizione all'albo dei presidenti di seggio
- Richiesta di cancellazione dall'albo dei presidenti di seggio
- Richiesta di iscrizione all'albo dei giudici popolari
- Richiesta di cancellazione dall'albo dei giudici popolari

ANAGRAFE
- Richiesta di iscrizione nello schedario della popolazione temporanea

SERVIZI CIMITERIALI
- Richiesta dilazione di pagamento
- Richiesta rimborso per pagamento effettuato erroneamente

STIPENDI 
- Richiesta aliquota marginale IRPEF
- Comunicazione residenza
- Comunicazione CODICE IBAN

SEGRETERIA GENERALE 
- Richiesta di accesso agli atti e documenti amministrativi da parte dei Consiglieri Comunali

L'accesso al servizio è consentito tramite SPID (Sistema Pubblico di Identificazione Digitale).

Accedi al servizio Istanze on-line

Pubblicato in Servizi on-line
Lunedì, 04 Dicembre 2017 13:00

Certificazione on-line

Il servizio di certificazione on-line permette di evitare le code allo sportello e di richiedere e stampare comodamente da casa i certificati anagrafici e di stato civile, emessi con firma e timbro digitale, per sé e i componenti del proprio nucleo familiare.

Il servizio consente anche di stampare autocertificazioni/dichiarazioni sostitutive precompilate.

L'accesso al servizio è consentito tramite SPID il Sistema Pubblico di Identificazione Digitale, che permette di accedere ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un'unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Il collegamento sopra riportato indirizza al sito governativo che fornisce tutte le informazioni utili per richiedere e utilizzare lo SPID. 

Si possono richiedere i seguenti certificati:

  • certificato contestuale di famiglia (residenza – cittadinanza)
  • certificato di godimento dei diritti politici
  • certificato contestuale di singolo (residenza – cittadinanza – nascita)
  • certificato di residenza e cittadinanza
  • certificato di esistenza in vita
  • certificato anagrafico di nascita
  • certificato anagrafico di matrimonio
  • certificato di cittadinanza
  • certificato di stato di famiglia
  • certificato di residenza
  • certificato di stato libero
  • certificato di nascita (a partire dall'anno 1948)
  • certificato di matrimonio (a partire dall'anno 1988)
  • certificato di morte (a partire dall'anno 2000)

 Accedi al servizio Certificazione on-line

Pubblicato in Servizi on-line
Mercoledì, 28 Novembre 2018 15:07

Prenotazione carta d'identità elettronica (CIE)

Le Carte di Identità Elettroniche (CIE) vengono rilasciate solo su appuntamento accedendo al servizio Prenotazione appuntamenti ufficio anagrafe.

Il sistema di prenotazione è molto semplice, basta scegliere sede (anagrafe centrale di Via F.lli d'Italia 12 o ufficio di Borsano, Via San Pietro 20, angolo Piazza Gallarini), data, orario (i giorni e gli orari segnati in rosso indicano che non vi è alcuna disponibilità) e inserire i dati di chi deve richiedere la CIE. Il cittadino riceverà poi al proprio indirizzo di posta elettronica una mail con la conferma dell’appuntamento, dove sarà riportato anche un qr code.

Il giorno dell’appuntamento basterà presentarsi all’anagrafe 10 minuti prima dell’orario previsto e, solo nel caso in cui l'appuntamento sia presso la sede centrale di Via F.lli d'Italia 12, “scansionare” il qr code (anche dallo smartphone) al sistema “tagliacode” che erogherà il tagliandino con il numero dello sportello a cui presentarsi.

Il giorno dell'appuntamento dovrà presentarsi con:
- una foto recente (di non oltre sei mesi) senza occhiali (se portati) con sfondo bianco,
- la carta di identità scaduta,
- codice fiscale
- per cittadini extra UE permesso soggiorno / carta soggiorno / passaporto;
- se trattasi di minore, la presenza del minore e dei due genitori.

Nel caso in cui il minore sia di nazionalità italiana e vi sia l’impossibilità della presenza di uno dei due genitori, il genitore che accompagnerà il figlio minore dovrà presentare allo sportello la dichiarazione di assenso all’espatrio (che potrà trovare su questo sito www.comune.bustoarsizio.va.it alla voce “Uffici e Servizi” – “Anagrafe” – “modulistica” – “Carta identità per minore - Assenso genitore“) del genitore assente con allegata una fotocopia della carta di identità dello stesso.

Sempre lo stesso giorno sarà chiesto, solo se trattasi di persona maggiorenne,  di esprimere il proprio consenso per la donazione degli organi.

Il costo della CIE è di euro 22,21 (da pagare allo sportello dell’Ufficio Anagrafe in contanti o con pagamento elettronico)
La CIE verrà inviata a domicilio per raccomandata dal Ministero dell’Interno entro sei giorni lavorativi (in alternativa è possibile ritirarla in Comune).

Per approfondimenti https://www.comune.bustoarsizio.va.it/index.php/aree-tematiche/servizi-al-cittadino/anagrafe/item/10297-carta-d-identita

Per ulteriori chiarimenti e/o informazioni è possibile chiamare l'Ufficio Anagrafe al seguente numero 0331/390236 o scrivere alla seguente email: anagrafe@comune.bustoarsizio.va.it. 

Nel caso il cittadino non sia in grado di prenotare l'appuntamento in maniera autonoma, può contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) telefonicamente allo 0331/390309 o via mail a urp@comune.bustoarsizio.va.it.

Ai sensi del Decreto-legge 30 aprile 2021, n.56 - Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, la validità della carta d'identità è prorogata al 30 settembre 2021. La validità ai fini dell'espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

Pubblicato in Servizi on-line
Etichettato sotto
Mercoledì, 09 Gennaio 2019 15:42

Prenotazione appuntamenti ufficio anagrafe

Il servizio consente di prenotare l'appuntamento per le pratiche di interesse, in orario mattutino da lunedì a sabato.

Per prenotare l'appuntamento occorre inserire i propri dati anagrafici e scegliere data, ora e sede dell’appuntamento (sede centrale o sede Borsano). La conferma dell’appuntamento, unitamente ad un QR Code sarà trasmessa alla casella di posta elettronica indicata al momento della prenotazione.

Il giorno dell’appuntamento occorre presentarsi presso gli sportelli anagrafici 10 minuti prima dell’orario previsto con la conferma dell'appuntamento certificata dal QR Code (stampata su carta o visualizzata tramite smartphone). Il numeratore presente presso l'ufficio emetterà il ticket per accedere agli sportelli.

 Accedi al servizio Prenotazione appuntamenti ufficio anagrafe

 

Pubblicato in Servizi on-line

Il servizio consente di ricevere le certificazioni anagrafiche tramite spedizione postale. Sono erogati tutti i tipi di certificati, anche i certificati anagrafici storici.
La richiesta di certificati, redatta sul modulo pdf Richiesta di certificazioni anagrafiche tramite posta (43 KB) deve essere inviata a:


COMUNE DI BUSTO ARSIZIO UFFICIO ANAGRAFE
VIA F.LLI D’ITALIA, 12
21052 – BUSTO ARSIZIO (VA)

 e-mail: protocollo@comune.bustoarsizio.va.legalmail.it 


Certificati anagrafici correnti
Insieme alla richiesta devono essere inviati:

per i certificati in bollo

  • ricevuta di versamento di € 16,50 (€ 16,00 per il bollo che verrà apposto in modo virtuale sul certificato + € 0,50 per i diritti di segreteria) tramite bonifico bancario/attestazione postale;
  • busta intestata ed affrancata per l’invio del certificato richiesto.

per i certificati in esenzione dal bollo (occorre richiamare nella richiesta una causa di esenzione prevista dalla legge)

  • ricevuta di versamento di € 0,25 per diritti di segreteria tramite bonifico bancario/attestazione postale;
  • busta intestata ed affrancata per l’invio del certificato richiesto.

Certificati anagrafici storici
La certificazione storica attesta le situazioni anagrafiche pregresse (residenza, cambi di indirizzo e stato di famiglia a determinate date). Per richiedere certificati storici occorre dichiarare un interesse tutelato dall’ordinamento giuridico.
I tempi per la produzione dei certificati storici variano fino ad un massimo di 30 giorni nel caso in cui sia necessaria una ricerca manuale presso l’archivio anagrafico.

Insieme alla richiesta devono essere inviati:

per i certificati in bollo

  • ricevuta di versamento di € 21,00 (€ 16,00 per il bollo che verrà apposto in modo virtuale sul certificato + € 5,00 per i diritti di segreteria) tramite bonifico bancario/attestazione postale;
  • busta intestata ed affrancata per l’invio del certificato richiesto.

per i certificati in esenzione dal bollo (occorre richiamare nella richiesta una causa di esenzione prevista dalla legge)

  • ricevuta di versamento di € 2,50 per diritti di segreteria tramite bonifico bancario/attestazione postale;
  • busta intestata ed affrancata per l’invio del certificato richiesto.

Per il rilascio di certificati storici di stato famiglia, poiché l’importo dovuto per i diritti di segreteria è variabile in funzione del numero delle persone oggetto della ricerca (€ 5,00 per ogni componente della famiglia per certificati in bollo oppure € 2,50 per ogni componente della famiglia per certificati in esenzione dal bollo) l’ammontare dei diritti da versare potrà essere quantificato e comunicato solo successivamente alla presentazione della richiesta.


Modalità di pagamento
Il pagamento deve essere effettuato mediante:

- bonifico bancario a favore del COMUNE DI BUSTO ARSIZIO - SERVIZIO TESORERIA - Crédit Agricole Italia
codice IBAN IT80R0623022808000047292627
causale "richiesta certificato per corrispondenza intestato a ........";

- versamento su conto corrente postale n. 17581216 intestato al COMUNE DI BUSTO ARSIZIO
causale "richiesta certificato per corrispondenza intestato a ........".

Modulistica
folder Anagrafe

Ufficio di riferimento
Anagrafe

Pubblicato in Anagrafe
Etichettato sotto
Lunedì, 15 Aprile 2013 07:36

Certificati anagrafici

I certificati anagrafici possono essere richiesti da chiunque, anche se intestati ad altre persone, e sono relativi a persone residenti nel Comune di  Busto Arsizio. Vengono rilasciati presso gli sportelli anagrafici.

Certificato di cittadinanza: è il certificato che attesta la cittadinanza dell’intestatario.

Certificato di esistenza in vita: è il certificato che attesta l’esistenza in vita dell’intestatario.

Certificato di residenza: è il certificato che attesta la residenza dell’intestatario.

Certificato di stato libero: è il certificato che attesta lo stato civile libero dell’intestatario (celibato/nubilato, vedovanza, libertà di stato a seguito di divorzio).

Certificato di stato di famiglia: è il certificato che attesta la composizione della famiglia anagrafica dell’intestatario.

Certificato contestuale: è il certificato che contiene più informazioni relative a residenza, cittadinanza, nascita, esistenza in vita, stato civile. Esistono, ad esempio, i certificati di:

  • residenza e stato di famiglia;
  • stato civile, cittadinanza e residenza;
  • risultanze di nascita e cittadinanza

Costo: € 16,50 in bollo oppure €  0,25  in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge).

Certificazioni anagrafiche storiche

La certificazione storica attesta le situazioni anagrafiche pregresse. Per richiedere certificati storici occorre dichiarare un interesse tutelato dall’ordinamento giuridico. I certificati storici possono essere prenotati presso gli sportelli anagrafici.

Certificato storico di residenza: attesta le variazioni di residenza dell’intestatario a partire dalla prima iscrizione anagrafica nel Comune di Busto Arsizio.

Costo : € 21,00 in bollo oppure €  2,50 in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge).

Certificato storico di stato di famiglia: attesta le variazioni della composizione del nucleo familiare nel Comune di Busto Arsizio.

Esistono due tipologie di certificato di stato famiglia:

  • certificato di stato famiglia originario che si riferisce al momento dell’istituzione della scheda famiglia;
  • certificato di stato famiglia storico che si riferisce alla composizione di un nucleo familiare ad una determinata data.

Costo: € 16,00 per imposta di bollo oltre ad €  5,00 per ogni componente della famiglia anagrafica oppure €  2,50 per ogni componente della famiglia anagrafica in carta libera (occorre dichiarare una causa di esenzione prevista dalla legge).

NORMATIVA  

Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642
Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223

Modulistica
folder Anagrafe

Ufficio di riferimento
Anagrafe

Pubblicato in Anagrafe
Etichettato sotto
Lunedì, 19 Novembre 2012 09:08

Carta d'identità

ll Comune di Busto Arsizio emette esclusivamente la Carta d’Identità Elettronica (CIE), un nuovo strumento valevole come documento di identità e, per i cittadini italiani, come documento di espatrio in tutti i Paesi dell’Unione Europea e in quelli che la accettano in sostituzione del passaporto.

Caratteristiche
La Carta d’Identità Elettronica ha l'aspetto e le dimensioni di una carta di credito. È dotata di un microprocessore che memorizza le informazioni necessarie alla verifica dell’identità del titolare, compresi elementi biometrici come fotografia e impronta digitale.
È valida per la registrazione e l’accesso ai servizi online della Pubblica Amministrazione erogati attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).
Contiene, inoltre, l’eventuale consenso o diniego alla donazione di organi o tessuti in caso di decesso, che ogni cittadino può esprimere al momento della richiesta della carta d'identità.

Rilascio della carta d’identità ai minori di anni 18
In conformità al D.L. 13 maggio 2011, n. 70 è soppresso il limite minimo di età per il rilascio della carta di identità, precedentemente fissato in anni quindici, ed è stabilita una validità temporale di tale documento, diversa a seconda dell’età del minore, in analogia con la durata del passaporto:

  • la carta d’identità rilasciata ai minori con età inferiore ai tre anni ha una validità di tre anni;
  • la carta d’identità rilasciata ai minori con età dai 3 ai 18 anni ha una validità di cinque anni.

Rilascio della carta d’identità valida all’espatrio ai minori di cittadinanza italiana
La richiesta del documento deve avvenire in presenza del minore e di entrambi i genitori (o di chi ne fa le veci) che devono sottoscrivere l’assenso all’espatrio. Nel caso in cui un genitore non possa presentarsi presso gli sportelli anagrafici la sua dichiarazione di assenso all’espatrio, unitamente alla fotocopia della carta d’identità, può essere consegnata direttamente dall’altro genitore o inviata per via telematica (vedi "Dichiarazione di assenso").
Per il minore di anni 14, l’uso della carta di identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci.
Nel caso in cui il minore debba viaggiare con altre persone deve essere munito di apposita dichiarazione, rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, convalidata dalla Questura o dall’Autorità consolare, nella quale deve essere indicato il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui è affidato il minore.

Rilascio della carta d’identità ai minori di cittadinanza straniera
Per il rilascio della carta d’identità ai minori di cittadinanza straniera è necessaria la presenza dei genitori e la qualità di genitore deve essere correttamente registrata in anagrafe.
Occorre, inoltre, che il minore sia titolare di permesso di soggiorno e passaporto in corso di validità.
Il documento rilasciato non costituisce titolo per l’espatrio.

Documentazione richiesta:
- 1 foto tessera a colori su sfondo bianco recente (massimo 6 mesi) e con il capo scoperto (secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell'Interno relativamente alle foto per il passaporto, applicabili per analogia anche alla carta d'identità);
- codice fiscale/tessera sanitaria;
- per i minori di cittadinanza italiana eventuale altro documento di identità del minore (carta d'identità precedente, passaporto o certificato di identità);
- per i minori di cittadinanza UE carta d'identità dello Stato di origine o passaporto;
- per i minori di cittadinanza extra UE passaporto in corso di validità, permesso di soggiorno o carta di soggiorno in corso di validità.

Rilascio della carta d’identità ai maggiorenni
A partire dal 25 giugno 2008 la carta d’identità per i maggiorenni ha validità 10 anni.
La carta d’identità, a seguito dell'entrata in vigore del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, ha validità fino alla data corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

Documentazione richiesta:
- 1 foto tessera a colori su sfondo bianco recente (massimo 6 mesi) e con il capo scoperto (secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell'Interno relativamente alle foto per il passaporto, applicabili per analogia anche alla carta d'identità);
- codice fiscale/tessera sanitaria;
- per il maggiorenne italiano carta d'identità precedente;
- per il maggiorenne di cittadinanza UE carta d'identità precedente o carta d'identità dello Stato di origine o passaporto;
- per il maggiorenne di cittadinanza extra UE carta d’identità precedente, permesso di soggiorno o carta di soggiorno e passaporto, in corso di validità.

In caso di furto o smarrimento della carta d'identità precedente occorre inoltre:
- denuncia in originale presentata all'Autorità di Pubblica Sicurezza (munita del numero della carta d’identità);
- altro documento d'identità in corso di validità.

In caso di deterioramento della carta d'identità precedente occorre inoltre:
restituzione del precedente documento.
Nel caso in cui il precedente documento, causa deterioramento, non consenta l'identificazione è necessario presentarsi con altro documento d'identità in corso di validità.

Modalità di rilascio
Per richiedere la carta d'identità elettronica occorre recarsi presso l'Ufficio anagrafe e l'operazione di sportello richiede mediamente venti/trenta minuti.
Per evitare lunghi tempi di attesa, i cittadini che devono richiedere la carta d'identità o rinnovare la carta d'identità in scadenza devono prenotare un appuntamento sul sito istituzionale alla voce PRENOTAZIONE CIE o, nel caso non siano in grado di prenotare in maniera autonoma, tramite l'Ufficio relazioni con il pubblico Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) e poi recarsi presso l'ufficio anagrafe nella data ed ora prescelta.
Una volta forniti i dati anagrafici e l'eventuale consenso o diniego alla donazione di organi o tessuti e acquisite la fotografia, le impronte digitali e la firma, il comune trasmette la richiesta della carta d'identità elettronica al Ministero dell'Interno che provvederà al successivo rilascio con invio al domicilio del richiedente tramite posta.

Costo per il rilascio del documento
Euro 22,20 da versare in contanti o tramite bancomat il giorno dell’appuntamento.


Ritiro/consegna del documento
Spedizione
Normalmente entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta, il documento verrà spedito tramite posta:
a casa del richiedente (al momento della richiesta è possibile indicare all'operatore comunale il nome e il cognome di eventuale delegato al ritiro)
oppure
a un indirizzo diverso indicato al momento della richiesta.
E’ possibile ricevere via e-mail l’avviso di spedizione del documento, fornendo un indirizzo di posta elettronica.
Nel caso di spedizione all'indirizzo di residenza indicato dal cittadino, trattandosi di una raccomandata con consegna "mani proprie" è necessario osservare le seguenti raccomandazioni.
All'atto della richiesta della CIE:
è necessario fornire un indirizzo completo che contenga le informazioni relative a via, numero civico, CAP, città, provincia. Se disponibili, vanno indicati anche scala e interno;
è possibile specificare un delegato al ritiro fornendone il nome e cognome. Solo se specificato, quest'ultimo potrà ritirare la CIE al posto del titolare. Per i minori di 14 anni è obbligatorio indicare un delegato al ritiro.
All'indirizzo indicato deve essere presente un campanello o un citofono con il nome del destinatario o della persona da lui delegata al ritiro (ed indicata all'atto della richiesta) e una cassetta delle lettere nella quale inserire l'eventuale avviso di giacenza in caso di assenza del destinatario o delegato.

Ritiro in sede e delega
E' possibile ritirare la CIE anche delegando altra persona, recandosi presso l'Ufficio Anagrafe, senza appuntamento. La scelta del ritiro in sede e l’identità della persona delegata devono essere indicati agli operatori comunali al momento della richiesta. Per il ritiro è necessario esibire all'operatore comunale il modulo di ricevuta riportante i dati e il numero della carta.

Monitoraggio della spedizione
Sul sito del Ministero dell'Interno è disponibile il servizio di monitoraggio della spedizione. Dopo la registrazione al sito è possibile monitorare lo stato di lavorazione della carta d'identità elettronica selezionando il pulsante "Cerca carta" ed inserendo il codice fiscale ed il numero della CIE.

INFORMAZIONI UTILI


Validità della carta d'identità
Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza. La carta d'identità cartacea viene ritirata al momento della richiesta della nuova carta elettronica.
Rinnovo della carta d’identità
La carta d’identità può essere rinnovata a partire da 180 giorni prima della sua scadenza, con le stesse modalità previste per il rilascio.
Non è necessario rinnovare la carta d’identità in occasione di cambi di indirizzo e di residenza.

Rilascio carta d'identità cartacea
La carta d'identità in formato cartaceo potrà ancora essere rilasciata solamente per comprovati motivi di urgenza (salute, viaggio, partecipazione a gare o concorsi).
Le persone che, per gravi motivi di salute, non sono in grado di recarsi presso l'ufficio anagrafe possono usufruire del servizio anagrafe a domicilio per il rilascio della carta d'identità.

Carta d'identità per cittadini italiani residenti all'estero (AIRE)
Attualmente la carta d'identità elettronica non può essere rilasciata ai cittadini italiani residenti all'estero iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (AIRE) che potranno continuare a richiedere la carta d'identità in formato cartaceo.

Avviso: CIE rilasciate fino a febbraio 2018
Il ministero dell’Interno ha comunicato che dopo una verifica dei propri processi di produzione del Poligrafico, si è rilevato che nel periodo tra ottobre 2017 e febbraio 2018 le CIE emesse presentano un difetto nel chip.
Al fine di ridurre al minimo il rischio di inconvenienti e disagi per i cittadini titolari, il Ministero ha diramato ai Dipartimenti di P.S. e a Ministero Affari Esteri l’elenco dei numeri di serie delle CIE difettose, evidenziando l’assoluta validità delle stesse quali documenti d’identità e di viaggio.
“Con circolare n. 14253/2018 del 29/5/18 la Prefettura di Varese informa che il Ministero dell’Interno, sul sito Verifica CIE , ha messo a disposizione una funzionalità per consentire ai cittadini di verificare online la presenza di eventuali difetti all’interno della propria CIE.
Inserendo il codice fiscale ed il numero di serie della CIE, il servizio restituisce un riscontro in tempo reale, fornendo informazioni e indicazioni aggiuntive per i documenti che presentano non conformità.”

NORMATIVA

Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 ottobre 1999, n. 437
Decreto Legge 13 maggio 2011, n. 70
Decreto del Ministero dell'Interno 23 dicembre 2015
Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 25 maggio 2016

Modulistica
folder Anagrafe

Ufficio di riferimento
Anagrafe

Pubblicato in Anagrafe
Etichettato sotto
Lunedì, 05 Novembre 2012 13:03

Servizio di "Anagrafe a domicilio"

E’ un servizio offerto alle persone residenti nel Comune di Busto Arsizio che non possono raggiungere gli uffici dell’anagrafe per gravi motivi di salute.

Con il servizio anagrafe a domicilio è possibile richiedere:
· la carta d’identità;
· le autenticazioni previste dal D.P.R. n. 445/2000 o da altre leggi speciali (quali ad esempio delega a riscuotere la pensione, dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà rivolte a privati, passaggi di proprietà di veicoli).

In questo caso la persona deve essere in possesso della piena capacità di intendere e volere, anche se non in grado di apporre la propria firma per impedimento fisico o analfabetismo.

 Informazioni utili

Come richiedere il servizio
L'istanza, redatta sull'apposito modulo "Richiesta anagrafe a domicilio", può essere presentata all’ufficio anagrafe da un delegato della persona interessata.
All'istanza devono essere allegati i seguenti documenti:

      • documento di riconoscimento dell'interessato;
      • certificato medico dal quale risulti l'impossibilità a deambulare. Per i portatori di handicap o invalidi civili può essere esibita la documentazione rilasciata dalla Commissione medica. Il certificato non è necessario per le persone ospiti di strutture protette o degenti presso strutture sanitarie.


Per il rilascio della carta d’identità occorrono:
- 2 foto tessera a colori su sfondo bianco, uguali, recenti (massimo 6 mesi) e con il capo scoperto (secondo le prescrizioni dettate dal Ministero dell'Interno relativamente alle foto per il passaporto, applicabili per analogia anche alla carta d'identità);
- la carta di identità scaduta o in scadenza. In caso di furto o smarrimento, la relativa denuncia e altro valido documento di riconoscimento. 


Per le autenticazioni occorrono:
- l'atto la cui sottoscrizione deve essere autenticata;
- la marca da bollo, se necessaria.

Tempi
Il servizio, previo presa di contatto da parte dell'incaricato comunale, viene effettuato negli orari di apertura al pubblico dell'ufficio anagrafe.


Costi

Per il servizio a domicilio è previsto un rimborso spese forfettario di euro 15,00.

La riscossione del rimborso, indicando la causale “Servizi Demografici a domicilio”,  mediante:

  •  bollettino conto corrente postale n. 17581216 intestato al Comune di Busto Arsizio e consegna dell’attestazione di avvenuto pagamento al personale addetto, unitamente alla richiesta del servizio a domicilio;
  •  bonifico bancario a favore del Comune di Busto Arsizio – Servizio di tesoreria al seguente identificativo IBAN IT80R0623022808000047292627 e consegna della ricevuta di eseguito bonifico bancario al personale addetto, unitamente alla richiesta del servizio a domicilio;
  •  in contanti presso la Tesoreria del Comune di Busto Arsizio e consegna della reversale di avvenuto pagamento al personale addetto, unitamente alla richiesta del servizio a domicilio.

Il funzionario incaricato incasserà esclusivamente i seguenti diritti di segreteria, se dovuti:
· euro 5,40 per diritto fisso sulla carta di identità;
· euro 0,25 per autentica della sottoscrizione su atto esente dall'imposta di bollo;
· euro 0,50 per autentica della sottoscrizione su atto soggetto a imposta di bollo.

Modulistica
folder Anagrafe

Ufficio di riferimento
Anagrafe

Pubblicato in Anagrafe
Etichettato sotto
Lunedì, 21 Maggio 2012 07:54

DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

Chi cambia la propria residenza (città o indirizzo) deve comunicarlo all’Ufficio anagrafe entro 20 giorni dal trasferimento. Con l’entrata in vigore delle norme previste dal decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito in legge, l’ufficiale d’anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione di residenza, provvede alla registrazione della stessa, fermo restando che gli effetti giuridici decorrono dalla data di presentazione o protocollazione.

Modalità di presentazione delle dichiarazioni


I cittadini in caso di:
a) trasferimento di residenza da altro comune o dall'estero (modulo "Dichiarazione di residenza") ovvero trasferimento di residenza all'estero (modulo "Trasferimento di residenza all'estero");
b) costituzione di nuova famiglia o di nuova convivenza, ovvero mutamenti intervenuti nella composizione della famiglia o della convivenza (modulo "Dichiarazione di residenza");
c) cambiamento di abitazione ( modulo "Dichiarazione di residenza");

possono presentare le dichiarazioni:
- allo sportello comunale
- per raccomandata al Comune di Busto Arsizio – Ufficio anagrafe via F.lli d’Italia 12 - 21052 Busto Arsizio (VA);
- per via telematica all’indirizzo protocollo@comune.bustoarsizio.va.legalmail.it.


L’inoltro per via telematica è consentito ad una delle seguenti condizioni:
a) che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
b) che l'autore sia identificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi o, comunque, con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
c) che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
d) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.


Trasferimento di residenza all’estero
I cittadini italiani che intendono trasferire la propria residenza all’estero per un periodo di tempo superiore a dodici mesi devono dichiarare il trasferimento di residenza. Tale dichiarazione può essere resa all’estero direttamente al Consolato oppure, prima di espatriare, al comune italiano di residenza utilizzando l’apposito modello (modulo "Trasferimento di residenza all'estero"). In quest’ultimo caso è, comunque, necessario recarsi entro 90 giorni dall’arrivo all’estero presso il competente Consolato per rendere la dichiarazione di espatrio.
Il trasferimento di residenza all’estero per un periodo di tempo superiore a dodici mesi prevede l’iscrizione all’AIRE (anagrafe italiani residenti all’estero).
I cittadini non italiani che intendono trasferire all’estero la propria residenza e presentano l’apposita dichiarazione ( modulo "Trasferimento di residenza all'estero") saranno cancellati dall’anagrafe del comune di residenza per emigrazione all’estero.


Accertamenti
L’Ufficiale d’anagrafe provvede ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione (o la mutazione) nei 45 giorni successivi alla presentazione della dichiarazione, trascorsi i quali, senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, l'iscrizione (o la mutazione) si intende confermata (silenzio-assenso). Gli accertamenti della dimora abituale sono effettuati ai sensi dell'art. 147 c.p.c. tenendo conto delle informazioni fornite dai cittadini (modulo “Informazioni per accertamenti”).
Entro i 45 giorni successivi alla richiesta di residenza, l’Ufficiale d’anagrafe provvede altresì a verificare i documenti attestanti la regolarità del soggiorno di cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea provenienti dall’estero (modulo "Allegato B").


Decadenza dai benefici
Nel caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace.
Ove nel corso degli accertamenti svolti emergano discordanze con la dichiarazione resa si procederà alla segnalazione all’autorità di pubblica sicurezza.
Inoltre, in caso di esito negativo degli accertamenti ovvero di verificata assenza dei requisiti, verrà ripristinata la posizione anagrafica precedente.


Condizioni di ricevibilità della dichiarazione
Ai fini della registrazione della dichiarazione resa da parte dell'interessato, occorre che i moduli, a pena di irricevibilità, siano compilati nelle parti obbligatorie e sottoscritti da tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare. E’ obbligatorio, altresì, allegare alla dichiarazione i documenti di riconoscimento di tutti coloro che trasferiscono la residenza.
L'iscrizione anagrafica dei cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea è subordinata alla presentazione, unitamente alla dichiarazione, dei documenti personali (passaporto) e dei documenti attestanti la regolarità del soggiorno previsti nel modulo "Allegato A".

NORMATIVA

Legge 24 dicembre 1954, n. 1228
Decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223
Decreto Legge 9 febbraio 2012, n. 5 convertito in Legge 4 aprile 2012, n. 35
Decreto Legge 28 marzo 2014, n. 47 convertito in Legge 23 maggio 2014, n. 80

Modulistica
folder Anagrafe

Ufficio di riferimento
Anagrafe

Pubblicato in Anagrafe
Etichettato sotto